Rugby, il Patarò alla difficile sfida contro Verona

0

Si chiude sul sintetico del Rossaghe con Verona,  ex prima della classe,  il girone d’andata dei valgobbini. Alle 14.30 i rossoblu di Gosling  e Zanchigiani sfileranno davanti al proprio pubblico per guadagnare la prima vittoria dell’annata superando il Franklin & Marshall Cus Verona (arbitra l’incontro il sig. Muscio).

Un successo indispensabile, in caso contrario, infatti, il collettivo lumezzanese  dovrebbe abbandonare la corsa al terzo posto della classifica del girone 2, l’ultimo che garantisce la matematica salvezza prima della pausa natalizia e l’accesso alla poule promozione. L’ultima a doccia fredda, la sconfitta con i parigrado dell’Asr Milano per 13-26,  ha fatto riflettere i valgobbini che sono ormai consapevoli di non poter più fallire alcun incontro e di dover dimostrare sul campo le potenzialità e il carattere che li ha portati in serie A.

” Dobbiamo rompere il ghiaccio e vincere questo match – avverte Gosling alla vigilia –  e non pensare ai passi falsi fatti finora. Bisogna essere positivi e ripensare alla partita d’esordio giocata con Colorno, durante la quale abbiamo dimostrato di avere le carte in regola per stare in questa categoria.” Anche per la formazione guidata da Bresciani la partita con il Patarò Lumezzane ha un importante valore di classifica.  I veronesi, reduci dalla sconfitta di misura con Colorno (l’unica dell’annata), costata la perdita del primo posto della classifica, devono consolidare il secondo posto in graduatoria.  Un match che si preannuncia caldo soprattutto in mischia chiusa, una delle migliori armi dei veneti. Sulla tecnica d’ingaggio e sulla spinta si sono concentrati gli sforzi settimanali del pack valgobbino che non ha brillato a Milano.

” Verona è squadra molto forte sul piano fisico e ha una buona mischia, noi abbiamo lavorato molto in mischia chiusa e sull’organizzazione difensiva”. Non arrivano, però, buone notizie dall’infermeria che non si svuota, anzi. Ancora nulla da fare per il flanker Cropelli, i seconda linea Seminara e Nicol e i trequarti Piscitelli e Scaramella. Non saranno del match neanche l’apertura Locatelli, che domenica scorsa ha abbandonato il campo milanese per una distorsione alla  caviglia e il pilone Carlo Fazzari, per una forte contusione alle costole rimediata in allenamento. Rientra, invece, l’estremo Masgoutierre, out dalla primavera scorsa.

La formazione del Patarò Lumezzane: Masgoutierre; Apostoli, Gabba, Zaffino, Costantini, Tamburri, Cittadini; Cuello, Bellandi, Rizzotto; Scotuzzi, Bugatti; Piciaccia, Zoli, Aluigi. A disposizione: Cairo, Magli, Cavagna, Montini, Ghizzardi, Bosio, Raza, Savardi, Cudicio.