FLERO – Topi e rane nella caserma abbandonata di Flero. Il sindaco: “Sì bonifica. Rispondiamo al Ministero”

0

La caserma dei carabinieri di Flero? Ora è solo un rifugio per rane e topi. E’ l’allarme lanciato dai cittadini del paese della bassa bresciana e ripreso dal Giornale di Brescia che fa riferimento alla struttura di cui si parla da dieci anni. In realtà non solo se ne parla, ma c’è anche il progetto esecutivo in capo al Provveditorato alle Opere pubbliche che deve decidere. E aspettando la decisione, la struttura sembra lasciata a sé stessa, con erbacce e acqua.

I residenti del quartiere in cui si trova l’edificio parlano di “una discarica a cielo aperto” lungo via XX Settembre e chiedono la bonifica che sembra non essere più rinviabile. Della questione se n’era parlato anche l’estate passata secondo il quotidiano bresciano, quando il Ministero propone di ridare l’edificio al Comune e spostare i fondi liberi per concludere le caserme di Sarezzo e Pontoglio quasi terminate. E qui è partita la polemica tra amministrazione e Prefettura, il rappresentante del Governo in provincia.

“Finché la caserma di Flero non è finita, non può essere un bene di proprietà dello Stato e quindi ne deve disporre il Comune” hanno detto dal Ministero. Peccato che lo stesso Comune, per opera del sindaco Nadia Pedersoli, aveva già chiesto più volte di farsi cedere l’edificio, “ma ci hanno risposto che avevano i fondi necessari per costruirla e metterla in sicurezza prima che finisse il 2012”. Nulla di fatto. Intanto il Comune ha definito i lavori più importanti da fare e che non comprendono la caserma, mentre nei prossimi 30 giorni partirà la risposta all’idea del ministero. E si cercherà anche di bonificare la zona. Nella foto tratta dal GiornalediBrescia.it la caserma abbandonata