CEVO – Crollo della “Croce del Papa”: cripta riaperta, limitazioni per la croce “spezzata”

0

Lo scorso 24 aprile a Cevo, presso la Cripta sul dosso dell’Androla di Cevo, un ragazzo di Lovere perse la vita in seguito al crollo della la Croce del Cristo Redentore, “Croce del Papa”, realizzata da Enrico Job nel 1998 in occasione della  visita a Brescia di papa Wojtyla.
Per il cedimento della croce che causò la morte del giovane di Lovere sono indagate 13 persone, , l’area in seguito al crollo era stata sequestrata, tra qualche giorno, dopo sei mesi, in seguito alle richieste fatte dal Comune alla Procura di Brescia, l’area sarà riaperta ai turisti e ai fedeli.
La riapertura dell’area avverrà con delle limitazioni, la cripta è stata dissequestrata ma l’area della croce è ancora protetta dalle transenne.
Il sindaco Silvio Citroni è stato interrogato sul futuro dell’area ed in merito al futuro dell’opera: “Sono contento che almeno quella parte, diciamo pi sacra e dove i cittadini hanno posto le loro intenzioni tra un paio di giorni tornerà agibili”, per quanto riguarda la croce non si sa ancora se sarà ricostruita con un nuovo materiale o se sarà sostituita da un altro monumento, “Non mi esprimo, prosegue poi il primo cittadino, perché credo che questa debba essere una scelta condivisa”.