PROVAGLIO D’ISEO – Provaglio e le celebrazioni per il 4 novembre

0

“Il 4 novembre 1918 finiva la Prima Guerra Mondiale, un conflitto che lasciò migliaia e migliaia di morti”. A distanza di 96 anni da questa data storica, in occasione delle celebrazioni per la commemorazione del 4 Novembre, Giorno dell’Unità Nazionale e Giornata delle Forze Armate, l’Amministrazione Comunale di Provaglio d’Iseo, in collaborazione con le sezioni locali degli Alpini e dell’Associazione Nazionale Combattenti e Reduci ha predisposto un ricco programma per ricordare e onorare il nobile sacrificio di tutti i soldati caduti per la libertà.
Quest’anno le manifestazioni avranno luogo il 2 novembre a Provaglio e il 9 a Provezze e Fantecolo, due date diverse per dare modo a quanti lo desiderassero di partecipare anche alla manifestazione in Croce di Marone a ricordo della prima battaglia della Resistenza nella Provincia di Brescia, che avrà luogo domenica 9.
Novità di quest’anno per Provaglio capoluogo è la partecipazione degli alunni dell’Istituto Comprensivo, invitati all’evento dall’Amministrazione Comunale. “Riempiamo il cielo di Pace – sostiene il Sindaco Marco Simonini – vuole essere un momento importante per celebrare tutti coloro che hanno onorato la Patria fino a sacrificare la propria vita nel passato e nel presente e per ricordare chi, con grande coraggio e forza interiore, cerca ogni giorno di costruire la pace in tutto il mondo.” L’appuntamento, senza dubbio denso di significato, è quindi fissato dopo la Messa del 2 novembre al Monumento di fronte alla Scuola dove i ragazzi affideranno i loro pensieri di pace a palloncini tricolore.
A Fantecolo la manifestazione avrà luogo domenica 9 novembre secondo il protocollo abituale che prevede la Messa e la posa e benedizione della corona di alloro alla Chiesetta degli Alpini.
A Provezze, domenica 9 novembre, terminata la celebrazione della Messa, il rinnovato Consiglio dell’Associazione Combattenti e Reduci si presenterà alla popolazione con un breve intervento al quale farà seguito la posa e benedizione della corona di alloro al Monumento dei Caduti.