MILANO – Lancio di nuove start up da under 35, il Pirellone pubblica il bando da 1,5 milioni di euro

0

“È online il bando dedicato alle nuove start up guidate da under 35”. L’ha annunciato l’assessore regionale allo Sport e Politiche per i giovani Antonio Rossi. “Start Up per Expo – ha ricordato – è un provvedimento realizzato di concerto con l’assessore alle Attività produttive, Ricerca e Innovazione Mario Melazzini. Una misura forte che metterà a disposizione 1,55 milioni, di cui 1,25 di fondi regionali, per sostenere le start up giovanili e rafforzare la sinergia tra Regione e Sistema camerale lombardo. L’accordo di programma col sistema camerale per lo sviluppo economico, la competitività del sistema e la promozione dell’imprenditorialità giovanile nell’ambito delle tematiche di Expo 2015 si propone di costruire un processo che ha la finalità di incentivare la nascita e lo sviluppo di nuove imprese legate alle eccellenze imprenditoriali e al tema principale di Expo.

L’iniziativa – ha spiegato – si rivolge a micro, piccole e medie imprese attive da meno di 48 mesi, aspiranti imprenditori e start up innovative e unisce i fondi – 750 mila euro della Direzione generale Attività produttive, ai 500 mila euro – derivanti dal cofinanziamento regionale delle azioni previsti negli accordi di programma quadro ‘Politiche giovanili’. Un intervento che si inserisce nell’Asse 3 dell’accordo di programma Competitività. Questo provvedimento – sottolinea l’assessore Melazzini – fa parte di un’ampia strategia di sostegno a chi vuole investire e fare impresa in Lombardia, rivolta in particolar modo ai giovani che rappresentano la nostra più importante risorsa. In questi 18 mesi di legislatura, abbiamo promosso e avviato diverse misure, tra cui quella dedicata a start up e re start up, con uno stanziamento di 32,5 milioni. Il bando ha avuto un grande successo, registrando oltre 2 mila candidature”.

“Avendo sullo sfondo Expo, che è sempre più vicino – ha spiegato ancora Rossi – vogliamo sostenere le nuove o giovani aziende che abbiano, nelle loro ‘corde imprenditoriali’, intuizioni legate all’Esposizione universale. In una prima fase – ha annunciato – verranno individuate, attraverso un bando curato dal sistema camerale, 100 imprese, cui assegneremo contributi a fondo perduto per 15 mila euro, quindi sceglieremo le 24 migliori proposte che avranno la possibilità, una per settimana, di presentarsi nell’ambito del Padiglione Italia nei sei mesi dell’Expo nell’area ‘Start up e Innovazione’. Si tratta – ha concluso – di una nuova formula di sostegno alle start up, ma anche ai nostri giovani, cui la Regione lancia un forte segnale sul fatto di credere in loro, nelle loro capacità imprenditoriali e innovative e lo fa tanto da ritenerli la migliore vetrina da mostrare durante l’Expo”.

Il bando, pubblicato sul Burl – serie Avvisi e Concorsi numero 43 del 22 ottobre, prevede queste due fasi. Una chiamata “Business Plan” con contributi a fondo perduto in servizi di affiancamento, consulenza e/o investimento in capitale umano. L’importo per impresa è di 15 mila euro. L’altra, “Start up per Expo”, prevede la selezione delle start up per la partecipazione al programma “Spazio Start Up” del Padiglione Italia. Le start up innovative e le mpmi lombarde possono presentare le domande online sul sito internet dalle ore 10 del 6 novembre alle 12,30 del 16 gennaio 2015.