ROMA – Arriva il MOSS: mini sportello unico iva per l’e-commerce

0

L’Agenzia delle Entrate ha introdotto il nuovo Regime IVA Mini One Stop Shop (Moss) che sarà operativo dal 1° Gennaio 2015.

Si tratta, in sostanza, di un nuovo regime fiscale, non obbligatorio ma facoltativo, riservato a tutti i soggetti passivi d’imposta che effettuano prestazioni per i servizi B2B e B2C di telecomunicazione, teleradiodiffusione ed elettronici nei confronti di consumatori risiedenti nella UE.

In sostanza, gli adempimenti di dichiarazione e versamento dell’IVA vengono accentrati in un unico Paese e l’imposizione viene trasferita dal Paese di origine del fornitore a quello di destinazione, semplificando così le operazioni all’interno dell’UE. Una volta operativo il MOSS, secondo le indicazioni fornite dalla stessa Commissione europea, vi saranno regole differenti per le imprese stabilite all’interno o all’esterno del territorio CEE.

Le dichiarazioni, assieme all’Iva versata, vengono quindi trasmesse dallo Stato membro d’identificazione ai rispettivi Stati membri di consumo mediante una rete di comunicazioni sicura. Le dichiarazioni Iva per il mini sportello unico vanno ad aggiungersi alle dichiarazioni Iva trasmesse da un soggetto passivo al proprio Stato membro conformemente agli obblighi nazionali in materia di Iva. Una volta versato il tributo lo Stato Membro provvederà a ripartire l’imposta tra i vari Paesi e ad accreditare agli stessi gli importi di rispettiva competenza al netto della commissione ad esso spettante fino al 2018.

La procedura di registrazione si articola in 2 fasi, la prima prevede la richiesta del numero individuale di identificazione Iva, successivamente l’Agenzia delle Entrate effettuerà tutte le verifiche del caso e comunicherà al richiedente, via mail, il codice identificativo per l’accesso ai servizi telematici dell’Agenzia, la password di primo accesso e le prime 4 cifre del codice PIN.

Per ulteriori informazioni, consultare il sito dell’agenzia delle entrate.