SALÒ – BVG Trail: filmato del 2014 per presentare l’edizione 2015

0

E’ per presentare l’edizione 2015 della “BVG Trail”, gara podistica che si svolgerà il 28 marzo 2015 nel parco dell’alto Garda bresciano, che venerdì sera, 24 ottobre 2014, presso la sala dei Provveditori del Municipio salodiano sarà proiettato  il filmato “BVG Trail 2014”, della durata di circa 50 minuti.

“La Bassa via del Garda – scrive Franco Ghitti, presidente del Comitato BVG Alto Garda, sul sito ufficiale dedicato alla manifestazione -nasce da un’idea del Parco Alto Garda bresciano, realizzata grazie all’intervento dell’Azienda Regionale delle Foreste, ora ERSAF, circa 14 anni fa. E’ un percorso che si sviluppa lungo la dorsale che si affaccia sul lago di Garda, con tappe che si snodano lungo la costiera da Salò a Limone del Garda, ed è dedicato alla memoria di Roberto Montagnoli, grande estimatore della zona attraversata, nonché fondatore della casa editrice Grafo e della rivista AB, preziosa fonte di informazione e valorizzazione del territorio gardesano. Addentrarsi in questo ambiente vuol dire calarsi in un mondo appartato e diverso, per certi aspetti irripetibile, sia per gli aspetti paesaggistici che per quelli naturalistici o storici, che purtroppo pochi, tra i frequentatori del lago, conoscono. Percorrere la BVG significa godere del verde degli ulivi e delle leccete in contrasto con le nevi invernali del Baldo, essere avvolti dai profumi deliziosi del Calycanthus in inverno, del gelsomino e delle zagare in primavera, dei ciclamini che colorano e tappezzano i boschi in estate, dell’inebriante Oleans fragrans in autunno. Permette di passeggiare tra i faggi e le betulle e di immergersi poi in un bagno ristoratore nelle tiepide acque del lago tra le palme e le agavi che contornano le rive; di attraversare ondulate colline contornate dai cipressi oppure inerpicarsi tra rocce, forre, strapiombi; di addentrarsi nello stretto fiordo settentrionale, oppure di godere degli spazi aperti, quasi marini, della parte meridionale del lago. Consente di passeggiare su antiche stradine selciate o su sentieri, oppure immersi tra le alte muraglie delle limonaie, tra le pietre di tranquilli paesini o di eremi e chiese solitarie. Non è solo un tragitto nello spazio, ma nel tempo, dimenticando l’automobile e lo stress. Le tappe, progettate per i comuni escursionisti, sono – continua il presidente – della lunghezza media di 15-20 km per dar modo di assaporare e scoprire con calma i tanti motivi di interesse che il territorio riserva; i  dislivelli sono compresi tra la quota di 65 metri delle rive del lago e i mille delle parti più elevate, ma chi ama fare di più può toccare cime fino a duemila metri”.

L’appuntamento è alle ore 20.45.

22 dsalò