PRESTINE E BIENNO – Bienno e Prestine: presto uniti?

0

Tagli alle Regioni, alle province e ai comuni,  in queste settimane sono molte le notizie legate a questo tema, così due comuni della Valcamonica, Prestine e Bienno, sembrano intenzionati ad unirsi in un solo comune.
L’idea potrebbe attuarsi nel 2016, per i comuni che decidono di unirsi autonomamente, prima che sia lo Stato ad imporlo, esistono delle agevolazioni, oltre alle ovvie facilitazioni dovute all’economia in generale, vngono elargiti 250mila euro per 10 anni, inoltre viene archiviato il patto di stabilità.
Questa proposta è molto appoggiata dal sindaco di Prestine, Franco Monchieri, che ha dichiarato: “E’ arrivata l’ora di ripensare l’autonomia del nostro piccolo paese per puntare, alla fusione, e prosegue, pensiamo che questa sia la strada da percorrere prima che sia lo Stato ad imporcelo: si continua a dire che 8mila comuni in Italia sono troppi, e noi vogliamo anticipare i tempi godendo tutti i benefici”.
Prestine  conta 400 abitanti, mentre Bienno, molto più popoloso ha 3.600 residenti, ovviamente per  Prestine, unirsi ad un comune più grande è vantaggioso, soprattutto dal punto di vista economico, in quanto questa unione permetterebbe di ammortizzare le spese.
Venerdì 24 ottobre, presso la biblioteca di Prestine si terrà un incontro sul tema: “Prospettive per il futuro: la fusione con Bienno è un’opportunità?”.
“Come piccola realtà di 400 abitanti facciamo sempre fatica ad andare avanti. Ormai, ha detto Monchieri, tutto è tarato su enti che contano almeno 5-10 mila residenti, e per noi le incombenze sono divenute impossibili”.