ISEO – Educazione alla sostenibilità: incontro per la scuola

0

Si è tenuto a Iseo  lo scorso sabato 18 ottobre, promosso da Fondazione Cogeme Onlus in collaborazione con la Rete scolastica Sebino Franciacorta Ovest bresciano e con l’Ufficio Scolastico Provinciale di Brescia, un interessante convegno sul tema “Indicazioni nazionali alla prova: competenze chiave per una cittadinanza sostenibile”.
La mattinata – organizzata presso l’Istituto di Istruzione Superiore “Antonietti” – è stata anzitutto un vero e proprio rendiconto dei risultati di “Di Casa nel Mondo”, progetto svolto nel triennio 2011-2014 da diversi Istituti comprensivi dell’area della Franciacorta – Ovest bresciano. “Di casa nel Mondo” ha come principale obbiettivo lo sviluppo della persona, e quindi degli alunni, in un contesto di sostenibilità, nella consapevolezza del contributo che la formazione di base può fornire a tale processo di costruzione. Da qui l’esigenza di coniugare in un unico percorso di formazione due filoni di elaborazione: quello dello “sviluppo sostenibile” e quello della “cittadinanza attiva”, intesa come insieme delle competenze chiave che un soggetto deve sviluppare per inserirsi autonomamente e responsabilmente in un determinato contesto sociale.
“Il significativo sforzo di Fondazione Cogeme Onlus nell’ambito dei progetti educativi per il territorio di riferimento – è stato il commento del Presidente della Fondazione stessa, Sen. Raffaele Volpi – ha consentito in questi anni ad una rete di scuole di poter migliorare le proprie competenze sui temi della sostenibilità: un impegno a tutto tondo che converge con gli altri progetti messi in campo dalla nostra Fondazione, tesi proprio al miglioramento della qualità della vita nei nostri territori.”
E proprio nell’ottica evidenziata dal Presidente Volpi, il progetto “Di Casa nel Mondo” ha avuto lo scopo di costruire ed offrire al mondo scolastico di base una proposta curricolare complessiva, orientata verso le competenze chiave per una cittadinanza sostenibile e che possa fungere da base comune per la definizione della proposta formativa da parte degli Istituti scolastici della rete. “Un’opportunità per gli Istituti Comprensivi della rete di tradurre in azione un approccio formativo orientato verso le competenze”, come ha sottolineato anche Mario Castoldi, dell’Università di Torino e responsabile scientifico del progetto.
Allo stesso tempo, l’incontro è stato occasione per una riflessione sulle prospettive del mondo della scuola in tema di educazione alla sostenibilità.
All’iniziativa erano infatti invitati dirigenti scolastici, docenti, i presidenti dei consigli di Istituto, i comitati genitori e diverse Amministrazioni Locali allo scopo di approfondire il lavoro svolto in questi anni promosso in primis dalla Fondazione Cogeme Onlus.
Diversi ed autorevoli i contributi giunti nel corso del convegno. Mario Maviglia, Direttore dell’Ufficio Scolastico Provinciale, ha concluso i lavori evidenziando come la scuola “può molto contribuire a far crescere la cultura dello sviluppo sostenibile nelle nuove generazioni, soprattutto attraverso l’acquisizione di modelli di comportamento che aiutino i giovani a comprendere e praticare quotidianamente i principi di rispetto dell’ambiente, di risparmio energetico e di condotte sociali adeguate. Anzi ogni istituto scolastico dovrebbe essere vissuto come una comunità organizzata secondo questi principi, perché questi principi vanno praticati quotidianamente e non solo teorizzati”.