COMO – I bresciani Pedersoli e Romano fanno "tris" e trionfano al campionato italiano di rally

0

Luca Pedersoli e Matteo Romano con la Citroen C4 Wrc si sono aggiudicati il campionato italiano nell’ultimo appuntamento della serie di rally “Trofeo Aci Como”. La stagione si è conclusa con il duello tra il bresciano, cui bastava un terzo posto, e il vicentino Manuel Sossella, secondo in classifica, obbligato a vincere la gara con la Ford Fiesta. Entrambi hanno raggiunto il loro obiettivo, con “Pede” che ha condotto una gara guardinga, senza prendere alcun rischio.

Per i due bresciani è il terzo prestigioso titolo nazionale assoluto in carriera, dopo i titoli del “Trofeo Asfalto” ottenuti nel 2010 e 2011 a cui il campionato italiano World Rally Car è subentrato. “Senza ombra di dubbio questa è stata sicuramente la gara più difficile della mia carriera – ricorda Pedersoli.- L’imperativo era quello di non commettere il minimo errore e di terminare al terzo posto tra gli iscritti al campionato ma, credetemi, dirlo non è come farlo. Matteo ed io abbiamo dovuto far ricorso a tutta la concentrazione possibile, contando uno per uno tutti i chilometri delle difficili prove speciali di questa gara, evitando ogni possibile rischio e non sollecitando mai la vettura oltre il limite.

La nostra stagione è stata di grande soddisfazione, iniziata con il fantastico successo al 1000 Miglia, proseguita con le bellissime vittorie al Lanterna e al Marca ed accompagnata dai piazzamenti sul podio al Salento, al San Martino e qui. Siamo l’unico equipaggio ad aver concluso tutte le gare del campionato. Più di così non si poteva davvero fare, siamo felicissimi”.

Il prossimo appuntamento per i due sarà il rally di Monza a fine novembre. Matteo Romano affiancherà il plurititolato mondiale di motocross Antonio Cairoli, mentre Pedersoli sarà affiancato da una “guest star” dello spettacolo, di cui però non si conosce il nome. Entro ottobre Pedersoli presenterà allo sponsor Magneti Marelli il programma per il 2015. Probabilmente ancora nell’italiano WRC, che il prossimo anno crescerà ancora rispetto all’italiano di rally: già quest’anno il numero di iscritti del primo è stato in media più del doppio del secondo.