BRESCIA – Auto aziendale: comunicazione dell’utilizzatore per uso oltre i 30 giorni

0

Il 3 novembre 2014 scatta l’obbligo di registrare alla motorizzazione e annotare sulla carta di circolazione il nome dell’utilizzatore dell’auto aziendale se non è intestatario del mezzo ma ne ha la disponibilità per più di 30 giorni.

La norma prevede, in sostanza, l’obbligo in capo all’utilizzatore di comunicare alla motorizzazione, richiedendo l’aggiornamento della carta di circolazione, gli eventi che comportino modifiche dell’intestatario della carta di circolazione e della disponibilità del veicolo per periodi superiori a 30 giorni in favore di soggetti diversi dall’intestatario. Mentre, per chi è intestatario, vige l’obbligo di registrare e annotare le variazioni di generalità per le persone fisiche e di denominazione per quelle giuridiche.

Nel caso in cui sia l’intestatario stesso a concedere in comodato l’utilizzo del proprio veicolo a un terzo per un periodo superiore a 30 giorni, il comodatario ha l’obbligo di darne comunicazione al competente ufficio della motorizzazione (UMC), richiedendo l’aggiornamento della carta di circolazione. Restano esentati da tale obbligo i familiari conviventi, che possono comunque richiedere l’aggiornamento.

Attenzione: gli obblighi riguarderanno solo gli atti successivi al 3 novembre. Ciò significa che per chi usa già un veicolo non proprio o ha un’intestazione non aggiornata la nuova registrazione è volontaria. Tale norma, inoltre, non riguarda chi svolge attività di autotrasporto soggetta a titolo autorizzativo come l’iscrizione al Ren (Registro elettronico nazionale) o all’Albo autotrasportatori o come la licenza in conto proprio.

Il Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti ha già comunicato che in caso di mancata osservazione dell’obbligo, la sanzione sarà di euro 705,00 unitamente al ritiro della carta di circolazione.