CARPENEDOLO – A Carpenedolo niente asilo in via Cervi, meglio il commercio. Opposizioni critiche

0

Nessuna nuova scuola materna sarà costruita sullo stesso terreno di quella vecchia in via Cervi a Carpenedolo. A darne notizia è Bresciaoggi che segnala come ci fosse un progetto approvato dalla giunta precedente del sindaco Gianni Desenzani per una costruzione senza impatti sull’ambiente in Fusetto. Dall’Unione Europea era perfino arrivato un contributo di 1 milione di euro, ma per i vincoli del Patto di stabilità e lo scarso interesse dei privati nel paese della bassa bresciana è rimasto tutto fermo.

L’amministrazione aveva chiesto all’impresa che si era aggiudicata i lavori di mettere a disposizione il resto della cifra rimasta scoperta. In cambio, il Comune avrebbe approvato un piano di rientro in trent’anni per 4,8 milioni di euro. Così il privato avrebbe provveduto alla costruzione e manutenzione e al termine del piano il Comune della bassa bresciana sarebbe diventato proprietario. Peccato che la nuova giunta in consiglio comunale abbia deciso di annullare la possibilità di costruire l’asilo a favore di una zona commerciale.

Gli assessori, come riporta il quotidiano, hanno specificato che l’asilo non sarebbe sostenibile economicamente. Ma le opposizioni sono contrarie al provvedimento, tanto da parlare di “1 milione di euro rifiutato” e “aree non più necessarie da destinare al commercio vista anche la crisi economica che penalizza i negozianti esistenti a favore dei centri commerciali”. Ma la scuola potrebbe essere costruita in ogni caso, magari in un’altra zona, come ha aggiunto l’amministrazione in assemblea.