BOVEZZO – Acqua, aria e rifiuti: arriva la Consulta dell’Ambiente. Uno spazio di proposte per i cittadini

0

A Bovezzo sarà realtà l’idea dell’ex assessore all’Ambiente e oggi consigliere comunale con delega sul tema, Mario Folli, di aprire una Consulta permanente dell’Ambiente, un organo esterno alla giunta e al consiglio, ma che farà sempre riferimento ai due enti. La novità, di cui ne dà notizia Bresciaoggi, è la sua apertura in un piccolo paese rispetto ad altre città dove già esiste un’istituzione del genere.

La Consulta sarà aperta ai cittadini che potranno confrontarsi su vari temi, dall’acqua di cui si parla spesso per la presenza di cromo, alla pulizia dell’aria. La gente del paese dell’hinterland bresciano si è spesso chiesta, giustamente, quali siano le condizioni dell’acqua che esce dal rubinetto, per esempio, oppure che aria si respiri, in paese, se inquinata o meno.

L’iniziativa è stata lanciata, ma il problema ora è capire se realmente i cittadini sono interessati a farne parte, dando proposte e soluzioni da presentare poi al Comune. Altri argomenti “caldi” nel paese vicino alla città sono le polveri sottili e la gestione dei rifiuti.