BASSA BS – Legno a Bagnolo Mella, sagra ad Alfianello e mostra a Calcinato. Il weekend nella bassa bresciana

0

Continua l’intenso fine settimana di iniziative nella bassa bresciana. Oggi, sabato 18 ottobre, e domani Bagnolo Mella ospiterà i maestri bresciani lavoratori del legno per l’arte antica esponendo le loro creazioni per una mostra davanti a palazzo Bertazzoli. L’appuntamento è organizzato dalla Pro loco del posto con il Comune e l’Unione nazionale pro loco d´Italia per artisti e associazioni in arrivo da tutta la provincia.

Secondo il programma, ci sarà “Legno e identità” di Ponte Caffaro che cura laboratori di scultura, liuteria e costruzione di maschere e con corsi per i ragazzi. Poi Francesco Stefana di Nave per le sue opere in legni di castagno e ulivo, Giuliano Bertoli di Lumezzane con una collezione di calici in legno che ha donato anche a Papa Francesco. Spazio anche ad Annibale Piovanelli, Cosimo Fontana e Piero Benedetti. Il taglio del nastro sarà stasera alle 18,30 e si potrà visitare con ingresso libero dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 21. Ad Alfianello, invece, torna la consueta sagra organizzata dall’associazione “Liber” con il patrocinio del Comune, la parrocchia e la Bcc Agro Bresciano.

La rassegna è iniziata ieri con uno spettacolo e andrà avanti stasera alle 20,45 nella chiesa parrocchiale per il concerto del quintetto di fiati Giuseppe Verdi e i premi degli studenti d’oro. Tutti, però, aspettano domenica quando alle 9 in piazza si aprirà il mercatino di hobbisti e associazioni e poi l’aperitivo. Quindi, gare di scacchi e il concorso “Stilista per un giorno” per una sfilata di abiti disegnati da Rosalia Guarneri. Infine, a Calcinato oggi ci sarà la mostra “Alberi: le terre, le radici, i rami e il vento tra le foglie nelle rappresentazioni infantili” sui disegni della Pinacoteca internazionale dell’età evolutiva Aldo Cibaldi di Rezzato.

Dalla vecchia chiesa dei Disciplini a Rezzato andrà a un’altra chiesa dei Disciplini dove oggi c’è l’auditorium Don Bertini. La mostra sarà inaugurata alle 10 nell’ambito della rassegna “Alberi: testimoni del tempo”, che fa parte del progetto “Un ponte di… condivisione e fantasia” della scuola Ferraboschi con quella albanese di Elbasan, i Volontari del Sebino e la fondazione rezzatese. E’ una sorta di scambio di conoscenze artistiche tra le due popolazioni. La mostra, con ingresso gratuito, sarà aperta fino al 2 novembre dalle ore 20 alle 22 e domenica dalle 10 alle 11,30.