ORZINUOVI – Maltempo, firme degli alluvionati per non pagare Imu e Tasi. Lega Nord: “Fate bene”

0

Dopo l’ultimo temporale di pochi giorni fa a Orzinuovi che ha mandato in crisi il paese della bassa bresciana, con centinaia di chiamate ai vigili del fuoco per cantine, negozi e case allagate, i cittadini colpiti dalle alluvioni stanno raccogliendo firme per chiedere di non pagare Imu e Tasi al Comune. La situazione è resa ancora più grave dal fatto che nel luglio scorso altre piogge avevano mandato in tilt la località orceana.

E l’ultimo episodio di pochi giorni fa – dove sembra quindi non essere cambiato nulla e adottata nessuna misura di prevenzione – sale la protesta cavalcata anche dalla sezione locale della Lega Nord. “Leggiamo con piacere che la popolazione orceana si sta mobilitando per promuovere una raccolta firme affinché coloro che sono stati colpiti dalle alluvioni di luglio e di ottobre siano esonerati dal pagamento di Imu e Tasi. Noi non abbiamo dubbi: il Comune deve contribuire, per la parte di pertinenza comunale, ad alleviare il peso dei disastri causati dal maltempo.

A maggior ragione se fossero confermati i dubbi che imputano alla cattiva gestione del territorio i danni delle piogge – si legge in una nota del partito – è doveroso che il sindaco vada incontro alle persone colpite. Saranno anche eccezionali le piogge degli ultimi tempi, ma il verificarsi di due circostanze calamitose in pochi mesi impone all’amministrazione di adoperarsi perché la gente possa tornare a vivere tranquilla nelle proprie abitazioni. Urgono verifiche e conseguenti opere pubbliche in un’area del territorio comunale a cui fino ad oggi non è stata garantita la necessaria attenzione. La Lega ha le idee chiare: sosterremo in ogni modo la raccolta firme, no Imu e no Tasi per gli alluvionati”.