CHIARI – Due sub di Chiari cercano di battere il record in Toscana. Ma trovano una grotta “misteriosa”

0

Da Chiari a Minucciano, in provincia di Lucca, per battere il record nazionale di discesa in profondità. Hanno tentato l’impresa due speleologi del paese della bassa bresciana, Luca Pedrali di 48 anni, imprenditore e speleosub e la moglie Nadia Bocchi, biologa marina e record italiano per le donne di discesa in grotta.

Non ci sono riusciti, ma in compenso – come riporta GiornalediBrescia.it citando una notizia de Il Tirreno – hanno scoperto una grotta e una stanza bianca di calce e stalattiti a 1.150 metri sotto il suolo. La posizione è nella zona di Focolaccia, sul monte Tambura e i due professionisti volevano raggiungere i 1.350 metri di profondità, salvo poi fermarsi per le condizioni meteo non positive.

I due avventurieri hanno raccontato al quotidiano toscano di aver guidato la spedizione prima con una squadra che avrebbe preparato la strada e i punti di sosta, poi un’altra per le attrezzature e infine i due che avrebbero cercato di agguantare il primato. In ogni caso ci riproveranno, ma la scoperta della grotta sotterranea ha dato un motivo in più per essere soddisfatti dell’avventura. E premonitori, perché no, di nuovi territori da dare alla scienza per gli studi del caso.