MILANO – Riforma Camere di commercio, Parolini: “Lombardia unica a fare proposta al Governo su autonomie”

0

“La Regione Lombardia è stata l’unica, in Italia, a non limitarsi a interpellare i propri uffici tecnici, ma ha convocato le associazioni economiche, i sindacati, le Camere di commercio, con il prezioso contributo dei rappresentanti della commissione regionale alle Attività produttive, Angelo Ciocca, Carlo Malvezzi e Onorio Rosati per portare avanti una proposta univoca al Governo, in merito al decreto legislativo per la riforma del Sistema delle Camere di commercio”.

L’ha detto l’assessore regionale al Commercio, Turismo e Terziario Mauro Parolini intervenendo in consiglio regionale alla discussione della risoluzione alla riforma al Sistema camerale. “Io stesso – ha spiegato – ho poi provveduto a presentare la proposta alla Conferenza delle Regioni, che lo ha acquisito come testo da portare al Governo, per l’emendamento del decreto legislativo per la Riforma. I punti cardine del documento sono: mantenimento del contributo obbligatorio delle imprese, con una riduzione sostenibile, rispetto a quella attuale; tutela delle funzioni principali delle Camere, in particolare quella della tenuta del Registro, gestita dalle Camere con un livello di efficienza molto elevato; individuazione della Conferenza Stato-Regioni quale ambito nel quale decidere le aggregazioni tra Camere di commercio, sulla base di numero d’imprese e di parametri di efficienza e sostenibilità economica delle stesse Camere e delle aggregazioni.

La battaglia che stiamo conducendo – ha concluso – ha in realtà un grande obiettivo, quello di difendere le autonomie. Perché le autonomie non solo sono capaci di esprimere le istanze che vengono dal territorio, ma anche di dare ad esse risposte flessibili ed efficienti. Perché è vero che le Camere di commercio raccolgono i diritti, ma è anche vero che gran parte di quei soldi tornano alle aziende, in termini di incentivazione allo sviluppo e all’innovazione e di sostegno del lavoro”.