GARGNANO – Abbazia di Novacella, Bressanone e Castel Thun: si va in gita

0

Avete tempo fino a mercoledì 22 ottobre 2014 per iscrivervi  alla gita culturale che l’Assessorato alla Cultura e la Biblioteca Comunale di Gargnano stanno organizzando per sabato 25 ottobre 2014.

In una sola giornata avrete modo di visitare l’Abbazia di Novacella, Bressanone e Castel Thun.

La partenza sarà alle ore 7 da piazzale Boldini, a Gargnano. Con un pullman GT Caldana raggiungerete l’Abbazia di Novacella: qui è in programma una visita guidata “alla chiesa barocca, al chiostro, alla biblioteca ed ai suoi preziosi manoscritti, alla pinacoteca ed alla sua notevole raccolta di tavole dipinte e mirabili opere della pittura gotica”, si legge sulla locandina.

Si pranzerà a Bressanone, dove avrete un po’ di tempo per visitare la città.

Ci si ritroverà poi per ripartire alla volta di Vigo di Ton, al Castel Thun. Anche qui vi attenderà una visita guidata, che vi darà modo di constatare le bellezze architettoniche del castello, “emblema – come si legge sulla locandina redatta dai referenti dell’iniziativa – degli antichi fasti di una delle più potenti e ricche casate trentine”: “Castel Thun  – leggiamo sul sito ufficiale – fu costruito nella metà del XIII sec. e fu la sede della potente famiglia dei Thun, che nelle valli di Non e di Sole possedeva altre prestigiose residenze. Il castello è situato in cima ad una collina a 609 m. vicino al paese di Vigo di Ton in bellissima posizione panoramica. E’ un esempio tra i più interessanti di architettura castellana trentina, la struttura civile-militare è tipicamente gotica ed è circondato da un complesso sistema di fortificazioni formato da torri, bastioni lunati, fossato e cammino di ronda; imponente la “porta spagnola” (1566) costruita con massicci conci bugnati disposti a raggiera. Le fortificazioni centrali sono a pianta quadrangolare con forti baluardi per la difesa con armi da fuoco, quattro torri quadrate agli angoli e, dopo il fossato, altro muro con feritoie a strombo profondo e due medievali torri merlate. Oltrepassata la porta del ponte levatoio (1541) e superato il primo cortile, a sua volta percorso sul lato settentrionale da un lungo colonnato, formato da diciotto poderose colonne di pietra, si incontra l’ingresso del palazzo comitale. Al piano terra si trovano le stanze pubbliche, mentre al primo piano si trovavano le stanze dei signori. Fra le numerose sale, ancora riccamente arredate, la più pregevole é la “stanza del vescovo”, interamente rivestita di legno di cirmolo, con il soffitto a cassettoni e una porta monumentale (1574), abitata dal principe-vescovo Sigismondo Alfonso Thun”.

Il ritorno a Gargnano è previsto per le ore 20 circa.

La quota da versare per partecipare alla giornata è pari a 32 euro a persona e comprende il viaggio in pullman GT, andata e ritorno, gli ingressi nei siti d’interesse e la visita guidata.

Per iscrivervi rivolgetevi all’Ufficio Cultura, in municipio, o alla Biblioteca, telefonando allo 0365.7988305 o allo 036572625 oppure scrivendo una mail.