GARDONE – Truffa del pellet, due triumplini colpiti. Ecco come farsi rimborsare

0

Ti vendono il pellet a prezzi stracciati da poter mettere nella stufa di casa per riscaldarti, fai l’acquisto, mandi i soldi, ma la merce non arriva mai. E quando fai richiesta, la società sparisce nel nulla. La truffa messa in atto dalla bergamasca Giuseppe Vavassori Stufe e caldaie di Castelli Calepio ha colpito anche in Valtrompia, come riporta Bresciaoggi.

Vittima anche una coppia di Gardone che ora invita chi è finito nel mirino a contattare l’Unione Bergamasca dei Consumatori. 3,50 euro al sacco, come segnala il quotidiano, era il prezzo al quale la società metteva in vendita il materiale. E chi era interessato, compresa la coppia, faceva scorta per mesi richiedendo quintali di pellet con la possibilità di avere una stufa gratis.

Peccato, però, che i due gardonesi dopo aver fatto l’acquisto a fronte del materiale che sarebbe arrivato distribuito nei mesi successivi, abbiano visto arrivare solo la prima parte. E il resto? Nulla, la società sparita. Come difendersi? L’avvocato Gabriele Forcella, interpellato da Bresciaoggi, precisa che, per quelli che hanno pagato tutto in contanti, non ci sia nulla da fare. Per chi, invece, ha sostenuto un finanziamento che sta ancora pagando deve continuare con le rate e rivolgersi alla banca che può disdire il contratto e rimborsare i soldi per la merce mai arrivata.