GARDONE – Oncologia ed ematologia, donati 320 mila euro dai privati all’ospedale

0

La Fondazione Beretta di Gardone Valtrompia e vari imprenditori della valle e di Lumezzane puntano sull’ospedale gardonese e lo fanno, concretamente, attraverso aiuti economici ai reparti di Oncologia ed Ematologia. Ieri nel nosocomio di via Giovanni XXIII è stata presentata con i medici la donazione di 320 mila euro che saranno destinati fino al 2015, 160 mila per ciascuno dei due reparti attivati due anni fa.

L’operazione che ha permesso di collegare i benefattori con l’ospedale è stata condotta da Pierangelo Guizzi primario di Ortopedia. La struttura Oncologica di Patrizia Marpicati è legata a Edda Simoncini sotto il coordinamento di Alfredo Berruti, mentre il reparto di Ematologia è gestito da Chiara Bottelli con Giuseppe Rossi ed entrambi si occupano della cura dei pazienti da lunedì a venerdì. Ed è lungo il legame che unisce i privati all’attività delle due sezioni.

Due anni fa quello di Oncologia ha ricevuto 40 mila euro dalla Fondazione Beretta e per l’Ematologia sono arrivati 25 mila dagli organizzatori del “Trofeo Aido” di Gardone e altri 15 mila da alcuni imprenditori. La stessa Fondazione si è prodigata per altri 40 mila euro all’anno fino al 2015 per quanto riguarda l’Oncologia. Per Ematologia 40 mila euro l’anno, sempre fino al 2015, da quattordici imprenditori che mettono le donazioni su un conto corrente della fondazione “Le Rondini” di Lumezzane del presidente Massimo Bossini.

Presente alla donazione anche il direttore generale degli Spedali Civili di Brescia Ezio Belleri che ha parlato di “risorse importanti per garantire ai pazienti le stesse cure che vengono date in città”. Quest’anno sono 155 i pazienti legati al reparto di Ematologia, mentre per l’Oncologia arrivano a 85. Una boccata d’ossigeno importante dagli imprenditori locali se si pensa che le cure impiegate nei due reparti richiedono quasi 1 milioni di euro per l’Ematologia e 500 mila per Oncologia.