GARDONE – Lega contro immigrati: “Comune obbedisce”. Intanto ne arrivano 5

0

Continua a Gardone Valtrompia la campagna della Lega Nord, che fa riferimento alla lista di opposizione in consiglio comunale “Rilanciamo Il Paese”, contro l’immigrazione dopo che l’assemblea ha approvato – senza i voti della stessa civica – una delibera con cui il Comune potrà ospitare i profughi se la Prefettura di Brescia lo chiederà. E tra poche settimane, come riporta il Giornale di Brescia, è previsto l’arrivo di cinque profughi che saranno ospiti della cooperativa sociale “Il Mosaico” in uno stabile di proprietà del Comune in via San Rocco. In questi giorni il Carroccio del segretario Sergio Belleri ha mandato dei volantini alle case dei gardonesi per dire no a nuovi immigrati.

“Gardone, con il 16,5%, ha il più alto numero di immigrati in Valtrompia. Non contenti i signori della maggioranza, con il sindaco in testa, rispondono ‘obbedisco’ alla Prefettura – si legge nel volantino – e si preparano ad ospitare, a nostre spese, in immobili comunali, cittadini stranieri. Ricordiamo che da parte della Prefettura non vi è alcun obbligo. Infatti molti comuni della provincia di Brescia (anche di centro sinistra) non hanno accolto l’invito della Prefettura. Questa maggioranza sembra non conoscere le priorità dei gardonesi.

Chi si interessa delle molte famiglie di nostri concittadini in estrema difficoltà?! Chi si interessa dei giovani gardonesi senza lavoro?! L’assessore ai Servizi sociali (Patrizia Concari) proclama l’attuazione di politiche per le famiglie – continua il volantino – ma di quali famiglie parla? Non certo delle famiglie gardonesi che si sono viste aumentare le rette sia della mensa scolastica, sia dell’asilo. L’assessore ai Servizi sociali si dice pronta a sperimentare nuove forme di assistenza, se le nuove forme sono aumentare le tasse alla famiglie gardonese, noi diciamo: no grazie, continui a fare l’avvocato e non si occupi dei gardonesi”.