MILANO – Sport, la Cassazione manda in galera i bagarini. “Daspo anche per loro”

0

I “bagarini”, cioè le persone che fuori dallo stadio vendono biglietti per partite di calcio e altri sport, adesso rischiano la galera fino a tre anni e multe da 10 mila a 40 mila euro. L’ha deciso la Cassazione, con la sentenza n. 41354 della Terza sezione penale, che mette una pietra sull’attività dei venditori abusivi.

Il terzo grado di giudizio ha confermato la sentenza dei giudici d’appello e respinto il ricorso di una persona che, nonostante fosse stata destinataria di un provvedimento di Daspo per cinque anni dalla Questura di Roma, era stata sorpresa a vendere biglietti fuori dallo stadio “Artemio Franchi” di Firenze. La legge impone di applicare anche al “bagarino” alcune misure previste per quelli che compiono atti violenti in occasione di manifestazioni sportive.

In particolare il Dl. n. 162/2005 prevede che “chiunque abusivamente vende titoli di accesso ai luoghi in cui si svolge la manifestazione sportiva può essere destinatario dei divieti e delle prescrizioni”. Compreso il divieto di accesso ai luoghi dove si svolgono manifestazioni sportive e in quelli interessati alla sosta, al transito o al trasporto di quelli che partecipano o assistono alle manifestazioni sportive.