TOSCOLANO – Presidio FN contro l’accoglienza dei profughi all’hotel Tre Lampioni

0

Sono circa 150 coloro che, il 2 ottobre, hanno manifestato davanti all’hotel Tre Lampioni di Toscolano Maderno, esponendo lo striscione “Profughi? Tutti a casa del prefetto!”.

Causa del presidio, cui avrebbero partecipato soprattutto gli abitanti del paese, sarebbe la scelta dell’albergatore di ospitare una ventina di immigrati.

“L’atto dittatoriale, autocratico e autoreferenziale da parte della Prefettura di smistare immigrati per la provincia di Brescia senza interpellare la cittadinanza ha trovato e troverà – ci scrive l’Ufficio Stampa di Forza Nuova – la nostra ferma opposizione, a Toscolano come in ogni altro comune bresciano che sarà vittima dei diktat della Prefettura. Forza Nuova si ritiene oggi più che mai in dovere di difendere la popolazione bresciana e italiana; oggi come non mai non possiamo che denunciare il vero e proprio business dell’accoglienza. Renderemo pubblici in tutta Lombardia e in tutta Italia, in queste ore e nero su bianco, i nomi e i cognomi dei direttori degli hotel che metteranno a repentaglio la sicurezza della nostra gente, così come abbiamo fatto a Toscolano con il signor B. titolare dell’hotel Tre Lampioni, che, lo ricordiamo, riceve 35€ al giorno esentasse per ogni immigrato che ospita. Fermare l’immigrazione e battersi per un rimpatrio totale di tutti gli immigrati sul territorio – continuano – non è più un diritto, ma un dovere. L’unica cosa da garantire agli immigrati non è lavoro e ospitalità, ma un rimpatrio celere, sicuro ed efficace”.