BRESCIA – Festival Supernova, 50 mila euro alla startup “Xmetrics” per sportivi

0

E’ Xmetrics la vincitrice di “Superstarter”, il concorso per startup lanciato dal Superpartes Innovation Campus durante la prima edizione del Festival Supernova di creatività e innovazione che si è svolto nel weekend a Brescia. L’idea vincente si è imposta sulle altre quattro finaliste (BleMesh, Iooota, Qapp e QuiCibo) selezionate tra i 65 progetti valutati dallo staff dell’incubatore bresciano. “Xmetrics” è un wearable device (dispositivo indossabile) ideale per potenziare le performance degli sportivi, grazie alla facilità d’uso, alla posizione innovativa sul retro della testa e al feedback audio in real time.

La vincitrice si è aggiudicata un premio di 50 mila euro formato da 20 mila in contanti, altri 20 mila in servizi del Superpartes Innovation Campus – un periodo di incubazione di 12 mesi quando i vincitori avranno a disposizione gli spazi del campus e il supporto dei soci che lavoreranno con loro per condividere le proprie competenze manageriali e tecnologiche per fare della startup una realtà competitiva pronta per il mercato – e 10 mila euro in servizi di comunicazione dell’agenzia Rossa. Alla facoltà di Economia dell’Università di Brescia, i cinque finalisti hanno presentato i loro progetti a una giuria di esperti composta da Angelo Facchinetti ceo di Mittel Management S.r.l., Cesare Maifredi general partner di 360 Capital Partners, Stefano Molino partner di Innogest SGR Spa, Layla Pavone venture partner digital magics e Marino Piotti ceo di Superpartes Innovation Campus.

GUARDA LA PRESENTAZIONE DELLA STARTUP XMETRICS

La fase finale del contest è stata l’occasione per discutere dello stato dell’arte dell’Internet of Things (Internet delle cose) – da molti giudicato come la prossima rivoluzione industriale e al centro dell’attività del Superpartes Innovation Campus – con tre rappresentanti del mondo dell’ICT: Alberto Degradi senior manager, infrastructure sales leader di Cisco Systems, Carmine Stragapede south Europe enterprise market director di Intel Corporation e Luca Salgarelli technology strategist di Superpartes Innovation Campus. L’evento è stato possibile grazie al supporto di Tsc Consulting, Oxerisk, Studio Associato Facella, Agenzia Rossa e Camera di Commercio di Brescia.

Intitolato a Federico Faggin – l’inventore del microprocessore – e ospitato in una vecchia cascina ristrutturata immersa nella campagna bresciana, il Superpartes Innovation Campus è un vero e proprio laboratorio di open innovation. Costituito da un team di oltre trenta persone, il Campus offre alle startup un percorso di sviluppo di 24 mesi, periodo necessario per accompagnare e formare i nuovi imprenditori a partire dal processo di avvio dell’impresa fino all’ingresso sul mercato. In Superpartes si può “toccare con mano” il pragmatismo bresciano applicato alle nuove tecnologie e insieme la vision sul futuro supportata da una solida esperienza nel mondo digitale, con un particolare focus sull’Internet delle cose applicato a comparti industriali tradizionali.