ROCCAFRANCA – Tentato rapimento alla festa, confermati gli arresti domiciliari

0

L’istanza di scarcerazione per la donna marocchina di 33 anni accusata di tentato sequestro è stata rigettata dal Tribunale del Riesame di Brescia.

L’istanza di scarcerazione era stata presentata dall’avvocato Roberto Felappi legale della donna che il sei settembre è stata accusata da una coppia di genitori di tentato rapimento della propria bambina di due anni. Le donne, immediatamente fermate dopo l’accaduto dai parenti e genitori della bambina, erano risultate incensurate ed imparentate tra di loro. Dopo qualche giorno in carcere a Verziano il Gip Enrico Ceravone, accogliendo la richiesta del Pm Lara Ghirardì decise di scarcerare la 50enne e di dare i domiciliari alla più giovane. Misura che resta in vigore anche tutt’ora.