BRESCIA – Il successo della Notte dell’Università degli Studi di Brescia

0

L’edizione 2014 de La Notte dei Ricercatori svoltasi venerdì 26 settembre 2014 e marchiata Università degli Studi di Brescia è stata davvero un grande successo. L’Ateneo bresciano ha aderito con un entusiasmo senza pari alla manifestazione che annualmente si propone di creare occasioni di incontro tra ricercatori e cittadini di tutte le età per diffondere la cultura scientifica e la conoscenza delle professioni della ricerca in un contesto informale attraverso eventi e iniziative divertenti e stimolanti.

I riflettori si sono accesi sul lavoro e sui progetti dei ricercatori universitari, dei dottorandi e degli assegnisti che hanno cercato di trasmettere passione e desiderio di conoscenza. Tanti gli appuntamenti che si sono susseguiti dal mattino alla sera: un ricco programma che ha spaziato dalla visita ai laboratori di ricerca agli incontri con gli scienziati, dagli stand dimostrativi alla musica.

La “Notte” si è affiancata al “Giorno” per dare agli oltre 500 studenti delle scuole secondarie di secondo grado (accompagnati dai propri docenti che hanno confermato la loro sensibilità verso il futuro delle nuove generazioni), l’opportunità di visitare spazi dell’area medica ed ingegneristica e vivere in prima persona un’esperienza all’interno di veri laboratori, solitamente chiusi al pubblico.

Nel pomeriggio la manifestazione si è spostata in città, negli spazi dei chiostri di San Faustino dove, sulla base delle linee guida del Piano Strategico di Ateneo Health&Wealth e i suoi 4 temi caratterizzanti (longevità, ambiente, stili di vita e tecnologie per salute e benessere), sono state allestite attività illustrative ed esperimenti con approccio hands-on: dalla preparazione di formaggio mediante l’impiego di enzimi ricombinanti prodotti in laboratorio all’osservazione di preparati di tessuto al microscopio; dai giochi della chimica degli alimenti alla presentazione di un drone per l’analisi della qualità dell’aria comandato via Bluetooth; dai dispositivi elettronici per il miglioramento della riabilitazione fisica alla vettura innovativa Brixia1, reduce da una competizione europea dove ha ricevuto importanti riconoscimenti. Il maxicruciverba, proposto in occasione delle Olimpiadi Regionali delle Neuroscienze 2014, e lo spettacolo della compagnia Teatrodaccapo, dal titolo: “Buon appetito!” sull’importanza della corretta e sana alimentazione e della piramide alimentare (abbracciando il tema dell’Expo2015), hanno registrato il tutto esaurito.

“Siamo tornati alle «origini» dell’università quando la conoscenza veniva diffusa nelle piazze – commenta il Delegato per l’orientamento e il diritto allo studio, prof. Roberto Bresciani – organizzando sotto il Palazzo della Loggia, cuore della città e prestigioso spazio di incontro e dialogo con i cittadini, un dibattito scientifico sull’antimateria, moderato da uno dei maggiori giornalisti scientifici nazionali, Giovanni Caprara, e che ha visto protagonisti due nostri docenti: Luca Venturelli e Germano Bonomi, membri dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare – Gruppo Collegato di Brescia, autori di importanti traguardi scientifici pubblicati sulla prestigiosa rivista Nature Communications, in collaborazione con il CERN di Ginevra”. Al dibattito hanno partecipato più di 100 persone di diversa estrazione e in particolare studenti delle scuole.

Il concerto del Quintetto di fiati “Giuseppe Verdi”, organizzato in collaborazione con il Conservatorio di Musica “Luca Marenzio” nell’Aula Magna del Dipartimento di Economia e Management, ha infine avvalorato la passione di 5 giovani talenti bresciani, impreziosendo con note di famose “arie d’opera” la Notte dei Ricercatori 2014.