SONDRIO – Chef e artigiani sullo slow train in Valtellina. Buona la prima tra gusti e bellezze

0

Si è appena concluso il primo viaggio dello slow train Valtellina e Valposchiavo Expo, l’evento curato dalla società di sviluppo locale e con la partecipazione di decine di giornalisti nazionali e internazionali curiosi di conoscere in anteprima quello che sarà il padiglione itinerante delle valli del Mera e dell’Adda. Un viaggio, lento ma intenso, che ha permesso di conoscere e apprezzare non solo la cucina tipica e le abilità degli chef stellati, ma anche le eccellenze artigiane grazie alle “mise en place” che sono state utilizzate nella carrozza ristorante per servire i piatti degli chef stellati.

I migliori cuochi del territorio, infatti, hanno voluto che i loro menù venissero serviti in piatti realizzati ad hoc dai maestri artigiani del gruppo dell’Artigianato Artistico della Confartigianato di Sondrio. Ben 13 le aziende artigiane che si sono quindi messe d’impegno per realizzare piatti, vassoi, alzatine per i dolci, macinapepe e ogni altro oggetto presente sul vagone ristorante. Una collaborazione, quella tra chef stellati e imprese artigiane, che ha visto coinvolte anche le imprese del comparto alimentare.

Per il dessert, ad esempio, è stata utilizzata la bisciola realizzata per l’occasione da Claudio Tognolini presidente dell’Associazione di tutela del tipico prodotto dolciario che ad oggi conta già 16 pasticceri e panettieri valtellinesi licenziatari del marchio collettivo geografico “Bisciola”. “Portata dopo portata – ha sottolineato Mario Sulis, presidente della categoria Artigianato Artistico – i giornalisti hanno manifestato il proprio stupore per l’originalità e la ricercatezza dei piatti degli chef e delle mise en place artigiane. È stato un piacere vedere che ciascuno consultava il menù brochure per scoprire chi ha realizzato le mise en place”. Piatto dopo piatto lo slow train è arrivato a Tirano con un tempo di percorrenza di sole 3 ore (i treni di linea impiegano normalmente due ore e trenta per completare la tratta).

A bordo del treno c’era anche il maestro artigiano fotografo Ivan Previsdomini che ha colto le emozioni dei partecipanti. Qui il viaggio è proseguito tra palazzi e cantine a bordo del Trenino giallo che ha portato i giornalisti a scoprire il centro storico tiranese fino alla Piazza Della Madonna di Tirano. Proprio in questi giorni ricorrono le celebrazioni e iniziative per i 500 anni della Fiera di San Michele. Una ricorrenza che ha animato la città già ieri. La Confartigianato di Sondrio e i maestri artigiani sono stati al centro anche di questo evento e in piazza della Madonna è stata allestita la mostra “La croce albero della Vita” con oltre venti opere di altrettante aziende artigiane locali. Il viaggio dello slow train continuerà domani, martedì 30 settembre, in Valposchiavo a bordo del Trenino Rosso del Bernina.

ARTIGIANI SULLO SLOW TRAIN: I PARTECIPANTI