MILANO – Moda e design, la Lombardia mette 3,5 milioni di euro per nuovi progetti

0

“La Regione destina 3,5 milioni di euro che muoveranno investimenti pari a circa 7 milioni per la realizzazione del Piano d’azione pluriennale per la moda e il design 2014-15”. Lo dice l’assessore al Commercio, Turismo e Terziario del Pirellone Mauro Parolini, presentando un sistema articolato e sinergico di azioni rivolte alla moda e design, legati alla creatività nei settori del commercio, turismo e terziario. “Per l’attuazione del piano – spiega l’esponente della giunta Maroni – è previsto il coinvolgimento di partnership come ADI (Associazione Design Industriale), Piattaforma Sistema Formativo Moda e FederlegnoArredo che assicureranno un valore aggiunto agli interventi, intercettando gli stakeholder dei settori in oggetto”.

Gli interventi vogliono creare contatti e azioni comuni tra le diverse aree di competenza dell’assessorato: creatività e attrattività dei territori, digitale e moda, commercio e valorizzazione dei designer, anche in vista di Expo 2015. “Uno dei principali obiettivi che la Regione vuole raggiungere – dice l’assessore – è la creazione di eventi e di luoghi complementari e successivi all’evento espositivo: una sorta di Fuori Expo della creatività realizzato grazie alle proposte di iniziative avanzate da privati e associazioni, realtà culturali e università, enti locali e media che rimodellano i territori sulla moda e il design”.

Il Piano intende creare un rapporto virtuoso tra imprese utilizzatrici della moda e i fornitori digitali. “Il mondo digitale – sottolinea Parolini – rappresenta, infatti, il più importante agente accelerante degli ultimi anni in cui le aziende della moda sono approdate alla dimensione online sperimentandone le varie declinazioni: dal sito web alla sfilata in streaming, fino ad arrivare ai più recenti strumenti e servizi che spaziano dalle app (pensate per fidelizzare gli utenti) allo showroom online, senza dimenticare il processo di digitalizzazione che sta cambiando le fasi creative e produttive. Valorizzare i creativi emergenti sperimentando un rapporto di contaminazione con il sistema della distribuzione – conclude – è un’altra sfida che vogliamo vincere perché completa idealmente le politiche già adottate in materia di design, che mettono invece in contatto giovani designer e mondo della produzione”.

Creatività, eventi e luoghi
L’azione promuove idee progettuali, relative ai comparti moda e design, volte allo sviluppo dei territori e dei luoghi lombardi in cui la creatività gioca un ruolo preponderante. La misura è dedicata agli attori che si occupano a diverso titolo di moda e design (università, scuole, associazioni, enti locali, fondazioni, media partner, organizzatori e quartieri fieristici, associazioni di categoria, imprese e altri soggetti) affinché realizzino eventi e strumenti comunicativi, infrastrutture fisiche e digitali tali da creare palinsesti e luoghi complementari e successivi all’evento espositivo del 2015. Il bando sarà attuato con Unioncamere Lombardia nell’ambito dell’accordo di programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo (Asse 2- Attrattività e competitività dei territori).

Creatività e digitale
Bando per sostenere progettualità innovative di servizi digitali avanzati e qualificati in favore delle imprese del settore moda. La misura prevede un meccanismo di partnership tra fornitore digitale e impresa utilizzatrice. Il bando sarà attivato a valere sul Fondo Fimser.

Creatività e commercio
Misura per sostenere l’attrattività e la competitività del comparto dei pubblici esercizi ed esercizi commerciali mediante un’iniezione di innovazione dell’offerta merceologica. L’intervento è riservato ai negozi e ai pubblici esercizi che collaborano con designer emergenti, all’apertura di corner creativi loro dedicati. Il bando sarà attuato con Unioncamere Lombardia nell’ambito dell’accordo di programma per lo sviluppo economico e la competitività del sistema lombardo (Asse 2 – Attrattività e competitività dei territori).

Giovani creativi e imprese
Azione per l’implementazione del progetto ‘”agazzini Aperti” finalizzata a facilitare il raccordo tra gli studenti delle scuole di moda e le imprese, anche tramite azioni di promozione e organizzazione di eventi espositivi delle collezioni realizzate dagli studenti, in occasione delle edizioni di “Milano Unica”.

Creatività e produzione
Azione per facilitare l’incontro tra giovani designer e mondo produttivo, tramite partnership e collaborazioni con gli attori del sistema e l’organizzazione di eventi espostivi in occasione del Salone del Mobile. L’attuazione del piano sarà operata mediante successivi atti di giunta di determinazione dei criteri dei singoli interventi. Nel corso del 2015 si provvederà a una prima valutazione dei risultati conseguiti, estendendo eventualmente l’attuazione del Piano anche all’annualità 2016.