BRESCIA – Negozi in crisi per i lavori alla Tav in città, 195 mila euro dal Pirellone

0

Quasi mezzo milione di euro per aiutare le attività commerciali e dell’artigianato di servizio dei Comuni di Brescia e Sesto San Giovanni che hanno subito danni dopo i lavori di pubblica utilità. Questo prevede la delibera approvata dalla Giunta regionale lombarda su proposta
dell’assessore al Commercio, Turismo e Terziario Mauro Parolini. “La Regione mette a disposizione 230 mila euro – spiega l’assessore – che saranno integrati da una somma identica da parte dei due Comuni. A Brescia andranno 195 mila per mitigare l’impatto socio economico causato dall’avvio dei cantieri della Tav in città e a quello di Sesto San Giovanni 35 mila euro per i cantieri del prolungamento della metropolitana sulla Linea 1”.

La misura, approvata in forma di convenzione con le due amministrazioni comunali, prevede l’impegno di cofinanziamento dei Comuni per un importo pari all’assegnazione regionale. I Comuni saranno poi responsabili del bando di assegnazione dei fondi e si rivolgerà alle Micro imprese private (Mpmi) del settore commercio e dell’artigianato, proponendo diverse forme di sostegno in conto esercizio, in conto interessi o in conto capitale. “Credo – ha evidenziato Parolini – che in un momento in cui le imprese sono già duramente colpite dalla crisi, ogni collaborazione tra istituzioni, volta a dare ossigeno al settore, sia di fondamentale importanza.

Da bresciano ho avvertito direttamente le difficoltà che tanti cittadini e negozianti soffrono a causa dei cantieri necessari alla costruzione della Tav, per questo ho ritenuto che fosse necessario che si riattivassero, con urgenza, le misure che negli scorsi anni sono state messe in campo per sostenere il commercio di vicinato, duramente provato per i lavori di costruzione della metropolitana”. Per Brescia, 150 mila euro andranno a favore delle imprese commerciali e 45 mila a quelle artigiane.

“A Sesto San Giovanni, invece, – ha concluso l’assessore – ho raccolto le istanze delle gravi limitazioni dell’attività che le imprese stanno subendo a causa di lavori di pubblica utilità legati al progetto di prolungamento della metropolitana sulla linea 1 fino a Monza, che si stanno protraendo con evidenti rallentamenti dal 2011”. Per il Comune milanese 30 mila euro andranno a favore delle imprese commerciali e 5 mila a quelle artigiane.