BRESCIA – Taglio a sprechi, meno 10% nei vitalizi degli ex consiglieri regionali

0

C’è bisogno di tagliare gli sprechi e la classe politica deve lanciare segnali alla popolazione in grado di manifestare la volontà di procedere in tale direzione. Ecco quindi che la Regione Lombardia ha nei giorni scorsi approvato il taglio dei vitalizi spettanti agli ex consiglieri regionali.

vitalizio-ai-politiciGli attuali membri dell’assemblea non godranno di tale beneficio, tagliato nel 2012, ma gli ex consiglieri continuano a percepire vitalizi da capogiro. La legge approvata prevede un taglio medio del 10% degli assegni erogati e si prevede un risparmio per le casse pubbliche di circa 500mila euro all’anno. A darne notizia è la versione online del quotidiano Il Giorno, dove si legge che il Nuovo Centrodestra non ha partecipato alla voltazione e i membri del Movimento 5 Stelle si sono astenuti.

E’ stata incoltre innalzata l’età a partire dalla quale si ha diritto a percepire il vitalizio, che da 60 è stata portata a 66 anni, ed è stata sancita l’incompatibilità dell’assegnor egionale con altri stipendi pubblici. L’associazione degli ex consiglieri ha già preannunciato la volontà di ricorrere contro il nuovo intervento normattivo, sottolineando che il diritto al vitalizio sia ormai un diritto acquisito.