VAL DI GRESTA – Il bio distretto approda su Canale 5

0

“La Val di Gresta” è il titolo della puntata di Melaverde che andrà in onda domenica 28 settembre, alle 11.50, sugli schermi di Canale 5. A raccontare l’universo biologico di questo angolo di Trentino saranno diversi ospiti. Agitu, ragazza etiope, ha da sempre coltivato una grande passione per la natura e per gli animali che l’ha spinta a scegliere questo angolo di provincia per avviare un allevamento bio semi brado di galline livornesi, capre e pecore che, tenute al pascolo tutto l’anno, producono latte, trasformato poi in formaggio dalla stessa proprietaria. Un altro spaccato di vita contadina ce lo offrirà Vanda Rosà, a capo del Consorzio Ortofrutticolo della Val di Gresta, che davanti alla telecamere Mediaset racconterà come sia possibile coltivare ortaggi in modo tradizionale anche ad un’altitudine superiore ai 1000 metri di quota, beneficiando dell’aria mite proveniente dal Lago di Garda. Sono circa 100 i soci che conferiscono al Consorzio i loro prodotti.

3586_Val_di_GrestaDurante la puntata di Melaverde spazio anche alla testimonianza di Loris Cimonetti, presidente del Comitato Mostra Mercato della Val di Gresta, di scena a Ronzo Chienis fino al 19 ottobre. Cimonetti illustrerà il progetto relativo al Distretto Biologico della Val di Gresta, un’iniziativa che si sta concretizzando con l’obiettivo di valorizzare il territorio e le sue produzioni agroalimentari.

Nei giorni scorsi, intanto, il Trentino ha ospitato le riprese di una nuova puntata di Melaverde che verrà trasmessa a novembre. Le telecamere hanno fatto visita al Parco faunistico di Spormaggiore: qui hanno incontrato il guardia-parco Matteo Zeni, che si è soffermato sulla fauna presente nel Parco naturale Adamello-Brenta, e Claudio Groff, del Servizio Foreste e fauna della Provincia, che ha ripercorso le tappe principali del “Progetto orso”, raccontando caratteristiche e curiosità legate a questo animale. La troupe ha quindi fatto tappa al Muse: ospite l’assessore all’agricoltura, foreste, turismo e promozione Michele Dallapiccola, che ha tracciato un collegamento tra turismo e biodiversità.