CAZZAGO – Comune intitola via al fascista Costanzo Guarneri. Insorgono i partigiani

0

La giunta comunale ha deciso di intitolare una via a Costanzo Guarneri, vicesindaco nel 1960 e nel 1922 partecipò alla Marcia su Roma, si terrà domani la cerimonia per l’intitolazione della via, alle 10.30.
La via in questione è quella dove è situata una scuola materna, intitolata a Liduina Salvatori, partigiana, l’edificio dove poi è stato creato l’asilo era stato donato nel 1914 da Elena Guarneri, zia di Costanzo al comune di Cazzago.
Alla notizia l’Anpi è ovviamente insorto e si chiede perché la via debba essere dedicata al nipote e non alla reale benefattrice, cioè  Elena Guarneri.
Il Sindaco di Cazzago ha prontamente risposto alle polemiche sollevate dall’Anpi: “Chi all’epoca e in età giovanile non era iscritto al partito fascista?, prosegue poi, Guarneri si è riscattato, ha fondato prestigiose scuole agrarie (Pastori) e ancora oggi si porta avanti il suo sistema di coltivazione di mais ibrido”.
Per il primo cittadino Costanzo  Guarneri ha portato dei benefici a Cazzago e quindi si merita un riconoscimento.
Per l’Anpi questa è una questione molto delicata, si sono opposti molto duramente a questa proposta, anche per il fatto che l’asilo è intitolato ad una partigiana , un punto su cui  l’Anpi non può non opporsi.