TRENTINO – Trentino-Adac, una partnership che funziona

0

In concomitanza con un uno degli appuntamenti più attesi dell’Adac Trentino Classic, il Concorso di Eleganza, presso la Sala Amici del Mart i rappresentanti di Trentino Marketing hanno incontrato per il saluto ufficiale i vertici del prestigioso Automobile Club tedesco. L’evento, giunto all’undicesima edizione, è un appuntamento capace di combinare la passione per i motori con la promozione del territorio e delle perle ambientali della provincia, ma anche di coltivare un legame profondo con gli appassionati tedeschi di vetture d’epoca.

wpid-alpi«Troviamo ogni anno un’accoglienza particolare – ha spiegato August Markl, presidente di Adac – e in ogni piccolo paese che attraversiamo c’è tanta gente che si ferma a salutarci e ad ammirare le auto d’epoca. Sulle strade della vostra provincia abbiamo la possibilità di muoverci in tutta tranquillità, di rilassarci e di poter ammirare le bellezze paesaggistiche che tramite i nostri canali cerchiamo di trasmettere a tutta la popolazione tedesca. Per noi il Trentino rappresenta un partner importante, una meta privilegiata per le nostre vacanze, grazie ai suoi campeggi, ai suoi percorsi per i biker e alle numerose possibilità di praticare escursioni in luoghi eccezionali».

«Questa manifestazione consolida il rapporto di amicizia tra Trentino e Adac, uno dei nostri principali partner per quanto riguarda lo sviluppo del mercato tedesco – ha spiegato Paolo Manfrini, amministratore unico di Trentino Marketing – Non dimentichiamoci che quello della Germania rappresenta per il Trentino il primo mercato estero in quanto ad arrivi, 600.000, e presenze, 2.300.000, con una crescita del 24% registrata negli ultimi cinque anni. Grazie ai suoi canali di comunicazione, e in modo particolare alla sua autorevole rivista, l’Adac ci permette di far conoscere ai suoi diciotto milioni di soci le nostre eccellenze ambientali, paesaggistiche ed enogastronomiche».

«Si tratta di una partnership che ormai da un decennio dà grandi soddisfazioni al nostro territorio – ha aggiunto Maurizio Rossini, direttore generale di Trentino Marketing – Le presenze di turisti tedeschi sono in costante aumento, non solamente nella zona del Garda ma anche in montagna e nelle città.

L’Adac Trentino Classic quest’anno ha la propria sede principale a Riva del Garda ma le vetture d’epoca, nelle sfilate giornaliere, transitano sulle strade delle Dolomiti, dei meleti della Val di Non, regalando impagabili spaccati e splendidi paesaggi, offrendo una visione a 360 gradi del nostro territorio. L’Automobile Club della Germania ha la forza e la capacità di veicolare queste immagini, stimolando i turisti tedeschi a scegliere il nostro territorio per le proprie vacanze».
«Siamo orgogliosi di lavorare in sinergia con il Trentino – ha concluso Lars Soutschka, direttore della divisione Motorsport e Klassik di Adac – Oggi ci troviamo a Rovereto, una città meravigliosa che ha ospitato il Concorso di Eleganza, chiamato ad eleggere l’auto più apprezzata di questa edizione. In questi giorni le vetture sfileranno per più di 500 km, un’occasione per conoscere meglio angoli bellissimi della vostra provincia. Stiamo già lavorando all’evento del prossimo anno, a testimonianza del fatto che è nostra intenzione proseguire e rafforzare la partnership con il Trentino».

Edizione 2015 che avrà la propria base operativa a San Martino di Castrozza ma non mancheranno, come da tradizione, passaggi nelle altre vallate e nelle città di Trento e Rovereto. Un centinaio gli equipaggi che partecipano a questa edizione che riunisce auto d’epoca provenienti da sei nazioni, in particolare da Germania, Austria e Svizzera, ma non mancano vetture giunte da Lussemburgo, Stati Uniti e perfino Brasile. 40 le case automobilistiche rappresentate e primato di longevità per una Bentley del 1929 e una Hanomag Kommisbrot del 1927.

All’incontro di oggi sono intervenuti anche Marco Benedetti, presidente di Ingarda, Paola Toffol, presidente del’Apt San Martino Primiero Vanoi e Germano Berteotti, presidente dell’Apt Rovereto Vallagarina.
Domani è in programma l’ultima tappa, una frazione di 128 km, con il via fissato a Limone e arrivo a Riva del Garda: sarà un vero e proprio tour dei laghi, visto che i gioielli costeggeranno il Benaco, il Lago di Valvestino, il Lago d’Idro e il Lago di Ledro.