MILANO – Alluvioni e frane, Graziano (Geologi) nell’Unità di Missione del Governo

0

Il presidente nazionale dei geologi Gian Vito Graziano è stato nominato nell’Unità di Missione “Italiasicura” istituita dal Governo contro il dissesto idrogeologico presieduta da Erasmo D’Angelis. “La collaborazione con i geologi ci permetterà di uscire dalla rincorsa alle emergenze che da decenni caratterizza l’intervento dello Stato – dice D’Angelis – e di entrare finalmente nella stagione della prevenzione dei grandi rischi alluvionali e di frane, e della maggior consapevolezza da parte dei cittadini e degli amministratori. La prima regola per evitare vittime e danni in un Paese fragile come l’Italia, infatti, è la corretta pianificazione urbanistica. Su questo, il lavoro dei geologi italiani è stato fin troppo a lungo sottovalutato o colpevolmente rimosso.

Per noi è determinante per voltare finalmente pagina”. “E’ il giusto riconoscimento per i geologi e per la loro indubbia capacità di leggere e comprendere le dinamiche del territorio. E’ una svolta” secondo il consiglio nazionale dei professionisti, mentre per l’interessato Graziano “è un segno importante che potrebbe condurre nel futuro persino a una riconfigurazione dei criteri generali che muovono la progettazione di un’opera ed è per questo che sento questa nomina con un grande senso di responsabilità”. La struttura di missione, nata nello scorso luglio a Palazzo Chigi, sta coordinando le strutture dello Stato, delle Regioni e degli enti territoriali e avrà le competenze professionali di alcuni consulenti esterni, tra cui proprio quella del geologo.

E il consiglio nazionale ha espresso consenso ed entusiasmo. “Questa nomina è un grande onore per il consiglio – si legge in una nota – e soprattutto rappresenta il giusto riconoscimento per i geologi e per la loro indubbia capacità di leggere e comprendere le dinamiche del territorio, di valorizzarne le risorse, di individuarne i rischi e di saper trovare le soluzioni più compatibili e meno impattanti”. “Nella prima riunione della struttura si è già delineato il ruolo strategico che il presidente D’Angelis ha affidato ai geologi – ha dichiarato ancora Graziano – quello di individuare criteri e aggiornare le linee guida che indirizzino i progetti di messa in sicurezza verso una necessaria e preventiva configurazione degli scenari conseguenti all’inserimento di un’opera nel territorio”.