MILANO – Intesa tra Lombardia e Svizzera sulla cultura. Punti a favore della Valtellina

0

“Lo sviluppo di rapporti transfrontalieri più stretti e la possibilità di arrivare a un accordo di collaborazione tra i due enti può rappresentare una grande opportunità anche in ambito culturale”. Commenta così l’assessore regionale lombardo alle Culture, Identità e Autonomie Cristina Cappellini l’incontro avuto con il Cantone svizzero dei Grigioni per il quale ha espresso soddisfazione. “Le intese tra i due territori – ha spiegato – potrebbero essere di straordinaria importanza, in particolare per le aree di confine più prossime alla Valposchiavo come la Val Bregaglia e la Valchiavenna.

Penso, ad esempio, a realtà come quelle di Piuro, Chiavenna e Villa di Chiavenna che già oggi condividono molte iniziative transfrontaliere di valle come l’area archeologica di Belfort. Proprio ieri ho avuto occasione di visitare questa affascinante realtà che rappresenta una sorta di ‘Pompei lombarda’. Tirano e Valposchiavo – ha ricordato l’assessore – condividono addirittura un sito di interesse mondiale, riconosciuto dall’Unesco, la Ferrovia Retica dell’Albula e del Bernina. Il mio assessorato ha in programma iniziative di valorizzazione e promozione di queste realtà straordinarie, sul lato valtellinese. Ulteriori iniziative transfrontaliere già molto apprezzate sono quelle di E.Chi ed Eat che costituiscono progetti ed eventi di valorizzazione del patrimonio etnografico e immateriale delle comunità alpine.

Proprio per sviluppare ulteriormente questi ambiti diventerà importante rinnovare l’accordo economico e progettuale legato ai fondi Interreg. Ritengo – ha concluso l’assessore – che la stipula di un accordo quadro di sviluppo e collaborazione tra la Regione Lombardia e il Canton Grigioni sarebbe il traguardo più naturale, ancorché molto ambizioso, per dare delle basi ancora più solide alle tante iniziative lombardo-grigionesi”.