PALAZZOLO – Tragedia di Palazzolo: tutti i sospetti sono sul marito scappato

0

Nessuno è ancora ufficialmente accusato o iscritto nel registro degli indagati in merito alla tragedia avvenuta lunedì 22 settembre a Palazzolo, tutti i sospetti si concentrano però sul marito della vittima.
Molti indizi porterebbero gli inquirenti a credere ad una premeditazione, secondo alcune fonti l’uomo, 37enne di origini tunisine, irreperibile da lunedì, giorno in cui la moglie è stata assassinata, sarebbe già in terra straniera, a Tunisi.
Lo scorso venerdì, inoltre, avrebbe prelevato una grossa somma di denaro dal suo conto corrente.
La donna, 30 anni, è stata trovata sul letto della sua abitazione con venti coltellate al cuore, il che farebbe pensare a un omicidio passionale, dettato da una furia incontrollabile.
I due coniugi erano sposati da sette anni, con due figli, secondo le testimonianze erano parecchi i litigi tra i due, il marito era recentemente stato arrestato per spaccio, in seguito a questo evento sembra che la moglie avesse deciso di lasciarlo, gli inquirenti pensano possa essere questo il possibile movente dell’omicidio.Carabinieri
Un altro dato che porta il marito al primo posto nella lista dei sospettati è la telefonata fatta lunedì pomeriggio alla famiglia della vittima, durante la quale l’uomo avrebbe chiesto di andare a prelevare i due figli lasciati da un amico di famiglia, ma di non portarli assolutamente a casa.
Il ritrovamento del corpo è avvenuto nella serata di lunedì ma l’omicidio risale al primo pomeriggio.