TRENTINO – Il Bayern Monaco sarà di nuovo in Trentino nel 2015

0

Sono passate diverse settimane da quando alcune delle maggiori formazioni calcistiche italiane ed europee hanno lasciato il Trentino al termine del ritiro estivo, ma in questo arco di tempo non si è mai interrotta l’attività di approfondimento e di contatti con le principali società sportive che sono stati portati avanti per definire una programmazione di massima dei ritiri nell’estate 2015 in Trentino.

immagine-pronostici-calcioCon il Bayern Monaco è stato già raggiunto l’accordo per il ritiro 2015, confermato nella sede tradizionale dell’ambito Alto Garda, ovvero Riva e Arco. Già confermata anche la Fiorentina che è stata in ritiro in Val di Fassa e con la quale è stato sottoscritto un accordo di massima.

Per quanto riguarda invece il Napoli Calcio che ha scelto la Val di Sole, con i dirigenti della formazione partenopea è stato già raggiunto un accordo verbale. Con l’Inter, che è stato in ritiro a Pinzolo, i rapporti in realtà non si sono mai interrotti, nonostante si vada sempre più delineando una scelta, esclusivamente tecnica, che vorrebbe privilegiare un differente tipo di preparazione.

Per questo si stanno valutando altre ipotesi con importanti società nazionali e internazionali. Sono poi in corso contatti con altre società, con un’attenta valutazione delle potenzialità, degli interessi manifestati da ogni territorio e naturalmente una grande attenzione per gli aspetti economici.

“In questo senso, precisa l’assessore al turismo Michele Dallapiccola, gli eventi presi in considerazione rispondono ai parametri di costo-benefici che in maniera stringente sono stati individuati. Le performance in termini di promozione e ricaduta diretta per questi eventi si collocano infatti ai massimi livelli. Particolare pregio tra tutti, continua l’assessore Dallapiccola, la riconferma del ritiro del Bayern Monaco a Riva del Garda e Arco, per il prestigioso titolo mondiale che ha recentemente insignito il calcio tedesco e la conseguente visibilità di cui il Trentino ha beneficiato.”