BRESCIA – Scritte contro Loris Abbiati, Forza Nuova si smarca: “Non siamo stati noi”

0

Piovono ancora polemiche sulle scritte vandaliche e svastiche trovate nella notte tra domenica e ieri davanti alla casa di Loris Abbiati in città. L’ex militante del Partito Comunista Italiano e attuale membro dell’Associazione Nazionale Partigiani italiani sarebbe oggetto di minacce e la solidarietà è arrivata, tra gli altri, dalla Cgil di Brescia che chiede di trovare i colpevoli, ricordando anche l’episodio di alcune settimane prima quando la cassetta postale di Abbiati era stata coperta di adesivi di Forza Nuova.

17112013-forza-nuova-a-caronno-pertusella-4Ma oggi il movimento ha smentito il fatto che dietro quelle scritte ci siano militanti forzanovisti. “Il nostro nome viene accostato, per l’ennesima volta – dicono dal partito – ad atti di mero teppismo come sciocche scritte sui muri o volantini deliranti, come già accaduto anni fa e poi smentiti dalle stesse vittime (il caso della ragazza di Mazzano).

Vogliamo anche rassicurare il signor Abbiati, che sarebbe turbato dell’accaduto, invitandolo piuttosto a preoccuparsi più seriamente di disoccupazione, immigrazione selvaggia e di articolo 18 che il signor Renzi, dell’Anpi anche lui, vorrebbe eliminare proprio in questi giorni. Su queste tematiche Forza Nuova agisce tutti i giorni alla luce del sole – conclude il partito – senza nascondersi e senza minacciare nessuno”.