BRESCIA – Parte la seconda edizione de “Il Cinema Ritrovato” al Nuovo Eden

0

Giovedì 25 settembre si inaugura al Nuovo Eden, la seconda stagione del progetto Il Cinema ritrovato, proposto per il secondo anno dalla Cineteca di Bologna e accolto con entusiasmo dal Nuovo Eden e dal Cinema Sociale.

Dopo la prima esperienza nell’annata 2013-2014, il progetto porterà anche quest’anno nelle sale italiane e anche al Nuovo Eden, con continuità mensile i grandi film del passato restaurati. Dall’infanzia narrata come mai prima da François Truffaut quindi, alla Gioventù bruciata del “rebel without a cause” James Dean – il 6 novembre sempre al Nuovo Eden-, all’industrializzazione sbeffeggiata da Charlie Chaplin, che con Tempi moderni ci regala uno dei suoi più grandi Charlot – il 9 dicembre al Cinema Sociale.

Si inizia, con le proiezioni alle ore 18 e 21, con I 400 colpi, film-manifesto della Nouvelle Vague realizzato nel 1959 da François Truffaut e affidato al volto di un ragazzo, Jean-Pierre Léaud, che diverrà da quel momento il volto-simbolo della nuova onda del cinema francese:

4001Antoine, un ragazzo parigino di dodici anni, svogliato ed irrequieto, preoccupa seriamente i suoi genitori. Spinto da un’indole insofferente e ribelle combina ogni sorta di guai. D’altra parte l’ambiente della famiglia e il comportamento dei genitori non possono esercitare un’influenza favorevole sul suo sviluppo. Antoine è nato da una relazione prematrimoniale della madre, la quale, anche dopo sposata, non ha rinunciato ad allacciare relazioni irregolari. Il patrigno è un uomo debole, sciocco e presuntuoso, sempre pronto ad attaccare lite con la moglie e a rinfacciarle quanto ha fatto per lei e per Antoine, dando un nome ed una casa ad un figlio non suo. Il ragazzo, che si trova a disagio in famiglia ed è incompreso a scuola, comincia a marinare le lezioni e a vagabondare per Parigi in compagnia dell’amico Renè, spendendo senza risparmio i soldi che è riuscito a racimolare. Sorpreso a rubare una macchina da scrivere nell’ufficio del patrigno, Antoine viene messo in una casa di correzione: i genitori sono lieti di potersi liberare di lui e della responsabilità che loro spetta per il suo comportamento. Nell’istituto il ragazzo è costretto a umilianti esperienze, finché un giorno decide di evadere. Approfittando di un rallentamento della sorveglianza riesce a fuggire ma non torna a casa. Prima di affrontare l’ignoto, vuole soddisfare un desiderio che da molto tempo nutre nel segreto dell’animo: vedere il mare.

Informazioni

ingresso: 5,00 euro

www.nuovoeden.it – 030.8379404 – ufficiostampa@nuovoeden.it