BRENO – Progetto Difesa alla scuola Superiore SEB con il Master Rapid Skf Cbl

0

Proposto dall’Istituto di Istruzione Superiore Scuola Edile Bresciana di Breno, in collaborazione con il Karate Master Rapid CBL SKF è partito un corso di difesa personale che ha suscitato grande interesse. La sicurezza infatti è materia quanto mai attuale, purtroppo, visti i recenti fatti di cronaca. “La difesa personale è cultura di prevenzione adatta a tutti. Lo studio dell’autodifesa prima di tutto intende far comprendere al praticante le potenzialità del proprio corpo, creando inevitabilmente autostima”. sostiene il Maestro Francesco Maffolini, una delle più autorevoli voci in Italia in questo settore. “Durante il corso, cerchiamo di insegnare tecniche di facile apprendimento, ma molto, molto efficaci: tecniche di difesa e di contrattacco, leve articolari e tecniche di percussione, gli equilibri del combattimento corpo a corpo e la strategia difensiva legata all’eventuale aggressione armata”.

Difesa personaleL’iniziativa è nata da un’esigenza espressa dagli studenti stessi e la richiesta è stata poi colta da alcuni docenti tra i quali il responsabile del plesso il dott. Renato Fontana. Il tutto si è svolto direttamente nell’ora di Educazione Fisica grazie all’ impegno di un professionista, molto conosciuto e stimato, il Maestro Francesco Maffolini, Direttore Tecnico del Karate Club più grande d’Italia il Karate Master Rapid CBL SKF , ma soprattutto, appassionato ed apprezzato interprete degli aspetti legati al mondo della Self Defence. Il sistema di Difesa Personale adottato è il “Rapid System” un metodo specifico per gli adolescenti che insegna la gestione delle varie situazioni di pericolo che nella società odierna possono accadere, “andando al sodo e senza argomentazioni coreografiche”, in ogni lezione vengono considerati gli aspetti giuridici e viene simulata una situazione a rischio curando l’aspetto psicologico su come affrontarla, perché “l’atteggiamento mentale è importante quanto la precisione dei colpi”.

Quindi, oltre alla prevenzione – ovvero imparare a non trovarsi nel posto sbagliato al momento sbagliato – c’è una parte di difesa verbale (uso del tono di voce nel rispondere all’approccio) e soprattutto, studio di strategie legate all’utilizzo di oggetti occasionali come armi difensive integrative. Durante le sedute d’allenamento le tecniche apprese vengono testate al 100% con l’utilizzo di colpitori e con allenamenti nel quale l’aggressore porta delle protezioni speciali. Si impara così a rispondere agli attacchi con varie strategie in maniera graduale. Da sottolineare che in molti casi sono gli istruttori stessi ad effettuare gli attacchi in maniera tale da arrivare, passo dopo passo, a ricreare una situazione di pericolo reale con il massimo utilizzo della forza d’urto dell’aggressore.

“Un’iniziativa stimolante, davvero utile” sono state le parole di Matteo 16 anni. “Coinvolgente e appassionante, finalmente un corso che tutti noi chiedevamo fortemente” il commento di Manuel 17 anni – “Sono rimasto subito colpito favorevolmente dagli allenamenti, molto vicini alle aggressioni reali, davvero efficace e interessante” è stato il commento finale di Cristian 16 anni.

Il corso ha riscosso un grandissimo successo, sarà inserito nel programma curriculare dell’Istituto e si concluderà con un test finale al quale parteciperanno contemporaneamente tutte le classi dell’Istituto. Per info sul progetto www.karaterapid.it – oppure segreteria cell. 3385456641