CAPO DI PONTE – Maltrattamenti in famiglia, 45enne indagato

0

Il 13 settembre 2014, a Capo di Ponte, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un operaio (di 45 anni) abitante nella Vallecamonica, poiché colto in flagranza del reato di “maltrattamento in famiglia” nei confronti della consorte.

La donna, che già in passato era stata vittima dei comportamenti violenti del coniuge, finendo addirittura in ospedale, nei giorni passati aveva espresso fortissime preoccupazioni per l’incolumità sua e dei suoi figli ai Carabinieri di Capo di Ponte che hanno intensificato i passaggi nei pressi dell’abitazione delle pattuglie impegnate nel controllo del territorio.

maltrattamentiA seguito dell’ennesima aggressione effettuata dal marito mentre quest’ultima si trovava in cucina, la figlia di otto anni, spaventata per quanto stava accadendo, ha chiamato telefonicamente alcuni parenti che vivono in altra regione che a loro volta hanno immediatamente contattato i Carabinieri della Stazione di Capo di Ponte, permettendogli di cogliere sul fatto l’aggressore mentre stava tentando di strangolare la moglie.

La vittima, subito soccorsa, visitata presso il Pronto Soccorso dell’ospedale di Edolo veniva giudicata guaribile in giorni sette s.c., mentre l’arrestato veniva associato alla Casa Circondariale di Brescia.  Nella mattinata del 16 settembre 2014, l’arresto è stato convalidato e l’Autorità Giudiziaria ha disposto, per il momento, il divieto per l’aggressore di avvicinarsi alla moglie per un raggio di trecento metri e nonché l’allontanamento dalla casa famigliare.