VALTELLINA – I ragazzi della Fundaciòn Contador sullo Stelvio-Cima Coppi. Domani “Valtellina in quattro Passi” aspettando Rhxdue

0

I ragazzi della Fundaciòn Under 23 di Alberto Contador hanno “assaggiato” ieri le strade della Valtellina pedalando da Bormio a Tirano, salendo sui terrazzamenti di Teglio e tornando a Bormio attraverso Motta, Tirano e Sernio.

Aspettando l’evento Rhxdue di sabato (Gavia) e domenica (Mortirolo) con il loro “santone” Contador, i ragazzi della Fundaciòn oggi hanno lasciato alle 9.30 il quartier generale eletto presso l’hotel Palace di Bormio per scalare il Passo dello Stelvio, ossia la Cima Coppi per antonomasia del Giro d’Italia: hanno pedalato per 42 chilometri, arrivando a 2.758 metri di quota dopo aver superato un dislivello di 1.550 metri.

Senza nomeAver scalato di buona lena una vetta che è il moloch per antonomasia del ciclismo ha riempito di legittima soddisfazione gli emuli del “Pistolero”, che nel pomeriggio si sono concessi un po’ di relax visitando il Museo Civico di Bormio presso Palazzo De Simoni.

Domani, per i giovani della Fundaciòn sarà una giornata impegnativa. Gli angeli custodi dell’Unione Sportiva Bormiense li accompagneranno sul circuito della “Valtellina in quattro Passi”: partenza alle 9.30 da Bormio e poi via verso Tirano, Bernina, Forcola, Livigno, Passo Eira, Passo del Foscagno, Bormio.

Poi, spazio a… Contador. Il campione di Pinto, recente trionfatore per la terza volta alla terza Vuelta disputata, tornerà in Valtellina per RHXDUE Contador che un anno fa lo consacrò idolo incontrastato per migliaia di cicloamatori e semplici pedalatori delle cime. Venerdì lo spagnolo terrà una conferenza stampa alle ore 16.30 a Bianzone e sabato rimonterà gli “avversari” da Bormio sino ai 2.621 metri del Passo Gavia. E domenica grande giornata sul Mortirolo partendo da Bormio o da Aprica con gli Under della Fondaciòn attori protagonisti e una straordinaria novità legata alla salita inaugurata da Vincenzo Torriani con il Giro d’Italia e in odore di essere al centro delle operazioni anche per la corsa rosa del 2015.