BRESCIA – Contrasto allo spaccio di droga, la Locale arresta tre persone

0

Continuano le operazioni messe in campo dalla Polizia Locale per contrastare lo spaccio di droga nell’area della stazione ferroviaria. Dall’inizio del mese di settembre gli agenti, in abiti civili e con veicoli di copertura, hanno svolto un’intensa attività investigativa. I risultati non si sono fatti attendere: in tre distinti interventi sono state arrestate tre persone e altre quattro sono state denunciate. Salgono quindi a più di venti gli arresti dall’inizio dell’anno in questa zona della città. Seguendo gli spostamenti di un uomo, un tunisino di 28 anni senza fissa dimora, gli uomini della Polizia Locale hanno trovato, in un appartamento di via Solferino, una decina di piante di marijuana. Il ventottenne, già noto alle forze dell’ordine per reati legati al traffico di stupefacenti, coltivava cannabis assieme a due bresciani, una donna di 43 anni e un uomo di 44 anni. Qualche giorno prima, anche la Polizia di Stato aveva sequestrato nello stesso alloggio alcune piantine. I tre sono stati quindi denunciati all’autorità giudiziaria.

droga_settimoIn una seconda operazione, gli investigatori hanno arrestato un tunisino senza fissa dimora di 42 anni. L’uomo è stato sorpreso in via Romanino a vendere, con l’aiuto di un connazionale, alcune dosi di eroina a un italiano. Per il quarantaduenne sono scattate le manette, mentre il complice è riuscito a sfuggire alla cattura e ora è ricercato. Le dichiarazioni del compratore e i successivi accertamenti hanno rivelato che i due tunisini erano tra i più attivi pusher della zona per lo spaccio di eroina e cocaina.

Altri due tunisini sono stati arrestati in via Foppa nel corso dell’ultimo intervento. I due uomini, un cinquantunenne e un quarantatreenne senza fissa dimora, hanno avvicinato un agente della Polizia Locale che stava pattugliando la zona in abiti civili, per vendergli droga. Dopo aver assecondato gli spacciatori ed essere riuscito a comunicare la sua esatta posizione, il poliziotto è stato raggiunto dai colleghi. I malviventi sono stati quindi perquisiti e sono state trovate loro addosso alcune dosi di cocaina. I due sono stati quindi portati al Comando, in attesa del processo per direttissima.