CAZZAGO – Si inaugura la nuova fontana. Aperta h24 per avere l’acqua gratuita

0

Domani, sabato 13 settembre alle ore 10 a Cazzago San Martino, fraz. Bornato, verrà ufficialmente avviata la nuova fontana pubblica: un’iniziativa congiunta da parte dell’Amministrazione Comunale, di AOB2 (gestore del servizio idrico) e dell’azienda IMSA (proprietaria e responsabile della gestione dell’impianto).
L’impianto è in funzione 24 ore su 24 e per tutto l’anno, dotato di due postazioni per prelevare l’acqua refrigerata, naturale e gassata al costo di 5 centesimi al litro, con utilizzo di monete o tessera ricaricabile.
È un distributore di acqua potabile collegato direttamente alla rete dell’acquedotto pubblico. L’acqua viene refrigerata, addizionata con CO2 (quindi resa frizzante), microfiltrata, declorata e sterilizzata con raggi ultravioletti.
Per garantire la massima sicurezza igienico-sanitaria l’erogatore è protetto dalla possibilità di contatto esterno; inoltre dispone di un sistema di videosorveglianza ed allarme per scongiurare possibili manomissioni.fonatana
La società AOB2 ha promosso e sostenuto l’iniziativa, fornendo gratuitamente 1000 tessere prericaricate di 10 litri di acqua, in distribuzione in questi giorni ai bambini in età scolare e alle famiglie residenti a Cazzago  che ne facciano richiesta.
La gestione della fontana sarà affidata direttamente all’azienda IMSA, proprietaria dell’impianto ed accreditata per l’attività di distribuzione bevande ad uso alimentare, in linea con le disposizioni normative.
“Questa nuova iniziativa, ha dichiarato il Presidente di AOB2, Angelo Zinelli, giunge dopo la prima, positiva esperienza di fontane simili che sperimentammo nel 2012 a Paderno Franciacorta. Continuiamo a sostenere l’obiettivo di riscoperta e valorizzazione dell’acqua dell’acquedotto comunale, ma con un approccio più razionale dell’utilizzo di un bene così prezioso. Insieme all’Amministrazione Comunale siamo convinti che l’introduzione di un costo, seppur modesto, per il prelievo dell’acqua garantisca da sprechi ed inefficienze, situazioni che nei Punti Acqua a distribuzione gratuita sono purtroppo frequenti.”