GARDONE – Misure per aiutare sull’affitto, il Comune investirà sei volte di più

0

È tempo di primi risultati per l’assessorato ai Servizi sociali e Politiche giovanili di Gardone Valtrompia. Questi mesi iniziali del mandato hanno visto l’assessore e vicesindaco Patrizia Concari incontrare le numerose e variegate realtà che operano nel sociale sul territorio. “La prima preoccupazione è stata quella di conoscere le istituzioni e le associazioni del territorio – spiega l’assessore.- Abbiamo incontrato molti professionisti e volontari che operano con dedizione e con grande attenzione ai bisogni della nostra Comunità”.

Il municipio di Gardone
Il municipio di Gardone

Per ogni ambito di intervento, dal sostegno alle famiglie, anziani, politiche giovanili e stranieri, sono stati individuati degli obiettivi specifici che verranno raggiunti già nel breve periodo. “Contiamo di portare a termine quanto prefissato già in questi ultimi mesi del 2014. Anzi, per quanto riguarda il sostegno alle famiglie abbiamo raggiunto un primo risultato”. Il riferimento è al piano per l’assegnazione dei contributi a favore delle famiglie che hanno difficoltà nel pagamento del canone di locazione, il cui bando comunale uscirà nei prossimi giorni.

Il Comune ha, infatti, aderito al bando “Fondo Sostegno Grave Disagio Economico – Anno 2014” della Regione Lombardia, sviluppato per contribuire al sostegno delle numerose famiglie che, in tempo di crisi, faticano a pagare il canone d’affitto della propria casa. Ai fondi erogati dalla Regione, l’amministrazione ha aggiunto una somma sei volte superiore rispetto a quella investita negli ultimi anni al Fondo sostegno affitto. “Gli Uffici comunali stanno lavorando scrupolosamente e con grande professionalità. Se siamo riusciti ad ottenere questo risultato è in buona parte merito loro – continua l’assessore.- Sono sicura che questo non sia che l’inizio”.

Sarà possibile consultare il bando dal 15 settembre sul sito del Comune. Gli aventi diritto potranno presentare la domanda di contributo, entro e non oltre il 31 ottobre, al Sunia della Camera del Lavoro in via Convento ogni venerdì mattina dalle 9 alle 11,30. Una volta portati a termine questi primi interventi, con l’inizio del 2015 prenderà il via la stesura del nuovo Piano Socio-assistenziale. L’intenzione, inoltre, è quella di intraprendere in via sperimentale una nuova forma di collaborazione tra l’amministrazione e i soggetti del terzo settore, cioè la coprogettazione, per realizzare interventi mirati con cui rispondere ai bisogni locali della persona, della famiglia e della comunità.