BRESCIA – Provinciali, il 12 ottobre si propone anche Indipendenza Lombarda

0

In vista delle elezioni provinciali a Brescia del 12 ottobre, che comunque non si terranno in modo tradizionale, il movimento Indipendenza Lombarda si presenterà domani, giovedì 11 settembre, sotto il portico di palazzo Broletto all’ingresso della sede del Consiglio Provinciale. Saranno presenti il segretario nazionale del movimento Giulio Arrighini, quello provinciale Fabio Toffa, il sindaco di Anfo Giampietro Mabellini e quello di Trenzano Andrea Bianchi.

Palazzo Broletto sede della Provincia
Palazzo Broletto sede della Provincia

“Il nostro movimento in occasione delle elezioni per la ‘nuova’ provincia (che sarà composta ed eletta dai sindaci e consiglieri comunali dei comuni della provincia), scende in campo invitando le autentiche liste civiche che sono presenti in numerosi comuni della provincia a far nascere con noi una lista per le elezioni del 12 ottobre prossimo. Una lista indipendente dai partiti ed espressione di quel mondo civico che anche nelle scorse elezioni amministrative ha ottenuto un forte consenso da parte dei cittadini – commentano Arrighini e Toffa.- Le voci che circolano ormai insistentemente indicano in Mottinelli del Pd il candidato unico per la presidenza a capo di un listone nel quale troveranno spazio tutti i principali partiti italiani, dal Pd a Forza Italia, Ncd e Fratelli D’Italia: in sostanza una vera e propria spartizione partitica del consiglio provinciale.

Tutto questo a scapito delle liste civiche, numerose nei nostri Comuni, che rappresentano la maggioranza dei cittadini e che proprio per le loro caratteristiche e specificità di livello comunale si troveranno ai margini del nuovo ente amministrativo, escluse di fatto (cosi come i comuni che rappresentano) dalle decisioni prese dalla Provincia. E’ fondamentale oggi più che mai che questi movimenti civici si uniscano sotto un’unica bandiera – continuano – e si propongano alla guida della nuova provincia. Dal canto nostro siamo pronti a dare il nostro pieno sostegno ad una simile iniziativa anche con il contributo dei sindaci Mabellini e Bianchi ed i nostri consiglieri comunali”. Per presentare una lista sono necessarie 130 firme di sindaci e consiglieri comunali da raccogliere entro il 22 settembre.

“Siamo a buon punto con le adesioni e siamo convinti che sia necessaria una sinergia con il mondo civico in un momento importante come quello attuale dove le amministrazioni locali vengono soffocate dalla presenza opprimente e distruttiva dello Stato centrale: chi guida i nostri comuni (le liste civiche soprattutto) non può assistere passivamente alla propria distruzione e tollerare ancora che le scelte che ricadranno sulla vita dei propri cittadini vengano decise a tavolino dalle segreterie dei partiti e attraverso la più becera spartizione di poltrone bipartisan” concludono i promotori della lista degli indipendenti.