BRESCIA – Giorgione e Savoldo, scoperte e restauri. Santa Giulia a 10 euro

0

Venerdì 12 settembre alle ore 18,30, al museo di Santa Giulia in via Musei 81 B a Brescia, saranno inaugurate le mostre “Giorgione e Salvoldo. Note di un ritratto amoroso” per la prima esposizione del ciclo sul Rinascimento e “Svelare l’arte. Scoperte e restauri per una nuova pinacoteca”.

MostraAl taglio del nastro delle due mostre sono attesi il sindaco Emilio Del Bono, il vice e assessore alla Cultura, Creatività e Innovazione Laura Castelletti, il presidente della Fondazione Brescia Musei Massimo Minini e il direttore della Fondazione Luigi Di Corato. Le esposizioni resteranno aperte al pubblico fino al 6 aprile 2015.

Si tratta di un unico progetto in tre episodi, sei mesi per poter rivivere il Rinascimento dentro e fuori al Museo di Santa Giulia e un biglietto unico per permettere un accesso semplice e conveniente al pubblico, un corso di storia dell’arte, visite guidate inedite alla scoperta della città, eventi, concerti, laboratori didattici e attività educative. Da settembre alla primavera del 2015 a Brescia rivive il Rinascimento grazie a un progetto che vuole stupire, conquistare e coinvolgere i visitatori, il tutto partendo da quattro grandi ambasciatori: Giorgione e Savoldo, Fra Bartolomeo e Raffaello per scoprire il patrimonio della Pinacoteca Tosio Martinengo a confronto con opere illustri da musei nazionali e internazionali.

Tre piccole e preziose mostre studio che propongono novità e scoperte dal punto di vista critico, iconografico, attributivo e di storia del collezionismo, raccontate al pubblico anche grazie a un percorso interattivo per rendere i contenuti storico scientifici in modo coinvolgente e dinamico. In “Giorgione e Savoldo. Note di un ritratto amoroso” dal 12 settembre al 9 novembre la prima tappa permetterà di ammirare il Doppio ritratto di Giorgione, in prestito da Palazzo Venezia di Roma, in un dialogo d’eccezione con due opere di Savoldo: il “Ritratto di giovane con flauto” da Unicredit Art Collection in deposito alla Pinacoteca Tosio Martinengo e la “Figura di giovane” della Galleria Borghese di Roma. In concomitanza con “Rinascimento”, la seconda mostra fino all’11 gennaio porterà 29 dipinti della Pinacoteca Tosio Martinengo, alcuni mai esposti al pubblico, recentemente oggetto di un’importante campagna di studio e restauro.

Il percorso espositivo si avvale di pannelli interattivi che permettono di indagare a fondo le opere, confrontando le immagini pre e post restauro, analizzando le nuove proposte attributive e ricostruendo le vicende storiche dei lavori provenienti dalla città e dal territorio. I visitatori che acquisteranno il biglietto unico avranno l’opportunità di tornare a visitare il museo altre due volte, in concomitanza con gli episodi di Rinascimento. Per altre informazioni si può visitare il sito internet. Rinascimento è un’iniziativa del Comune di Brescia e Fondazione Brescia Musei con  i partner istituzionali Fondazione CAB, Fondazione ASM, Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura di Brescia e con il patrocinio di Padiglione Italia per Expo Milano 2015. Gli orari di apertura saranno fino al 30 settembre tutti i giorni dalle 10,30 alle 19 e dall’1 ottobre al 6 aprile tutti i giorni dalle 9,30 alle 17,30, lunedì chiuso. Il biglietto unico è di 10 euro, si può contattare lo 030.2977833-834 e mandare una mail per altre info.