BRESCIA – Inadempimento contrattuale, Loggia citata davanti al Tar

0

Pende dinnanzi al Tribunale Amministrativo Regionale di Brescia un procedimento amministrativo nel quale la Loggia riveste il ruolo di convenuto e si prospettano guai giudiziari per il Comune. A presentare il ricorso sono stati tre fratelli, proprietari di fondi agricoli alla Stocchetta, alcuni dei quali sono stati dati in comodato d’uso gratuito al Comune di Brescia tempo fa. Su questi terreni è sorto il parecheggio della metropolitana della stazione del Prealpino.

prealpino_cimg6426Nel contratto stipulato fra i tre privati ed il Comune era inserita una clausola in forza della quale il Comune si obbligava a concedere l’edificabilità di alcuni terreni di proprietà dei fratelli, come contropartita del comodato d’uso concessogli. Cosa che non è avvenuta.

I tre fratelli, rappresentati dall’avvocato Domenico Bezzi, hanno quindi fatto ricorso al Tar per lamentare l’inadempienza contrattuale della Loggia e hanno chiesto, ove l’inampimento continui a persistere, la restituzione dell’area concessa in comodato d’uso. La decisione di ricorrere alle vie giudiziarie è stata adottata dopo aver inoltrato al Comune numerosi solleciti, senza riscontro alcuno. Come si legge sulla versione on line del Giornale di Brescia, il legale dei tre fratelli auspica una decisione nel merito in tempi brevi, al fine di scongiurare il rischio che venga compromesso il regolare funzionamento del parcheggio del Prealpino.