BRESCIA – Festa Cgil, si parla di antimafia e crimini. Poi Tesi e Banditaliana

0

Domani, sabato 6 settembre, secondo giorno di festa della Cgil, alle 17 nel cortile della Camera del Lavoro si terrà il dibattito su “Promuovere cultura antimafia. Crimini economici, sociali e ambientali” con Oriella Savoldi della segreteria della Cgil Brescia, Davide Salluzzo (coordinamento regionale Libera), Daniela Faiferri (coordinamento provinciale Libera) e Sergio Cannavò di Legambiente Lombardia.

Cgil Desenzano“Se analizziamo i crimini – afferma Oriella Savoldi – in realtà non tutti sono da ricondurre alle mafie, tuttavia le mafie sono pesantemente ‘tra noi’, a Brescia più di quanto realizzi la consapevolezza diffusa. Imparare a riconoscere i crimini, per distinguere tra i diversi fenomeni, risulta di vitale importanza per mettere a punto efficaci azioni di contrasto. È d’obbligo guardare al fenomeno dei crimini economici e delle mafie nella sua interezza e portata: nei termini di sofferenza e di degrado della civiltà nei rapporti istituzionali, politici e sociali ed in relazione all’ambiente, bene comune”.

In serata (ore 21,30) sul palco principale suonerà Riccardo Tesi e Banditaliana, un felice mix tra jazz e canzone d’autore. Nella giornata di domenica da segnalare in particolare il dibattito (ore 16) con il presidente della Commissione Diritti Umani del Senato Luigi Manconi e il docente dell’università di Brescia e presidente dell’associazione Carcere e Territorio Carlo Alberto Romano.

Domenica alle 21,30 – sul palco principale – lo spettacolo “Creuza de Ma, 30 anni, un Mediterraneo”, serata dedicata al famoso album di Fabrizio De Andrè e Mauro pagani che quest’anno celebra il suo trentesimo anniversario.