GAVARDO – Musica: due serate per Acque e Terre festival. Si parte dal blues Teka P

0

Nel programma delle Memorie di Terra c’è spazio, per Acque e Terre festival 2014, anche per la musica: sabato 6 settembre a Gavardo tocca ai Teka-P raccontare in concerto storie musicali con un’impronta blues, jazz e latina, rivestendo il dialetto milanese di un sound contemporaneo e internazionale.

4

“I Teka P, nati nel 2000 – ci dicono i referenti del progetto – da un’idea di Andrea Rodini e Ivo Maghini, sono uno dei gruppi meno etichettabili attualmente in circolazione. Nuove Suonerie Milanesi è l’originale filone creativo da loro inaugurato: storie raccontate con ironia e poesia dentro un impianto musicale di impronta blues, jazz e latina. La lingua di Milano è proiettata al di là della sua territorialità originaria e rivestita di un sound contemporaneo e internazionale. Dopo il cambio di line up avvenuto all’inizio del 2010, i Teka-P continuano a testimoniare una costante maturazione nella scrittura dei brani e un’evoluzione del suono che, anche grazie all’inserimento di una sezione fiati e di un altro eccezionale musicista alle tastiere, è ora più ricco e potente che mai ed esalta le potenzialità ritmiche e melodiche insieme del dialetto milanese”.

L’appuntamento è alle 20,30 in Piazza Marconi o, in caso di maltempo, presso il Teatro Salone Pio XI, in via Mangano.

Venerdì 12 settembre, alle 20,30, a Bedizzole, è in programma un secondo speciale appuntamento musicale, realizzato con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Bedizzole: la serata di apertura in occasione del 120° anniversario della costituzione della Banca di Bedizzole Turano Valvestino. Nel piazzale della sede della BC in via Garibaldi 6 /a o,in caso di maltempo,presso il Teatro Don Gorini, in Piazza 25 Aprile, Eusebio Martinelli e la Gipsy Abarth Orkestar presenteranno il loro nuovissimo progetto di musica gitana.

“Eusebio Martinelli e la sua orchestra – ci dicono i referenti del progetto – propongono concerti in cui i musicisti e gli spettatori non sono in alcun modo separati dal palcoscenico. Le sue esibizioni sono una festa che vede sullo stesso piano chi suona e la gente che balla e canta liberamente, come accade normalmente nella tradizione della musica balcanica e gitana in generale. La Gipsy Abarth Orkestar non ha l’obiettivo di esibire e vantare le doti tecniche e strumentali dei suoi componenti ma di dar vita, grazie alla propria musica, a esplosioni di energia e feste sincere e indimenticabili! Il virtuoso trombettista emiliano, dal 2006 stabilmente al fianco di Vinicio Capossela, insieme sua orchestra proporrà – ci dicono – un concerto/festa, che vede sullo stesso piano chi suona e la gente che balla e canta liberamente, come accade normalmente nella tradizione della musica balcanica e gitana”.